Italia paese di murales

Italia paese di murales. Di decorazioni originali realizzate sui palazzi e di veri e propri musei all’aperto. Esposizioni permanenti per la gioia degli occhi e della storia.

diamante
Murales Diamante

Il viaggio di oggi parte dalla Calabria, da Diamante, piccolo centro in provincia di Cosenza, definito come il museo all’aperto più grande d’Italia. Merito delle 150 opere d’arte che, realizzate a partire dal 1981, affrescano le strade e i muri del centro storico.

grottaglie
Murales Grottaglie

Da qualche anno un comune del Tarantino, Grottaglie è famoso per la street art. Dall’arte della ceramica gli abitanti pugliesi sono passati all’arte dei murales, grazie al Fame Festival. Dal piccolo centro sono così passati: Erica il cane ci sono il tedesco Boris Hoppek, l’inglese Lucy McLauchlan, gli svedesi Akay e Nug, il portoghese Vhils, gli americani Brad Downey e Momo e gli italiani Moneyless, Cyop e Kaf, Paper Resistance, Giorgio Delle Dacnie. 

Murales Fluminiaggiore
Murales Fluminiaggiore

Il piccolo villaggio sardo di Fluminimaggiore, in provincia di Carbonia-Iglesias, è la mecca Mecca dei writers internazionali e degli appassionati della street art. Il borgo, di appena 30.000 anime ha abbellito i propri edifici con murales, ammirati da circa 2 mila visitatori ogni anno. Illustrano temi tradizionali, come la cultura barbaricina, ma anche avvenimenti storici e sociali. Sono i murales di Orgosolo, in provincia

Murales Orogosolo
Murales Orogosolo

di Nuoro. La prima opera è stata realizzata nel 1969 da un gruppo di anarchici milanesi, che si sono firmati ‘Dioniso’. Oggi se ne contano ben 150.

Si prosegue a Satriano di Lucania,

Murales Satriano di Lucania
Murales Satriano di Lucania

centro lucano nel territorio di Potenza, in cui le opere rappresentano la cultura e le tradizioni moderne. Sei i filoni tematici rappresentanti sui muri delle abitazioni: il culto dei santi realizzati intorno alla chiesa madre; i colori della valle lungo corso Trieste; la biodiversità e l’archeologia sulle facciate che circondano piazza Umberto I; la leggenda del Moccio di Abbamonte; gli antichi mestieri insieme a quelli riguardanti la vita del Pietrafesa, il pittore che ha avuto i natali proprio nella cittadina. Per un totale di 130 murales

Murales Dozza
Murales Dozza

Un comune emiliano in provincia di Bologna, Dozza, ha invece dedicato all’arte dei murales una manifestazione storicizzata promossa dal Museo di arte contemporanea di Bologna: Biennale del Muro dipinto.

L’artista Silvio Benedetto ha realizzato i murales che decorano Riomaggiore, borgo delle Cinque Terre, e le cinque stazioni ferroviarie che collegano il comune con Manarola, Corniglia, Vernazza e Monterosso.

Murales Riomaggiore
Murales Riomaggiore

E’ chiamato ‘Paese dei Murales’ Cibiana di Cadore nel bellunese: l’insieme di queste opere, 50 in tutto realizzate a partire dal 1988, costituisce un museo all’aperto che annualmente viene arricchito con nuovi soggetti di artisti italiani e stranieri arrivati anche dal Giappone e dall’ex URSS.

Il Paese di Pinocchio, Vernante, ha invece deciso di raccontare la storia del burattino attraverso le scene di Attilio Mussino. L’artista, tra i massimi interpreti di Pinocchio, ha vissuto nel piccolo centro e ha donato a Vernante 90 disegni.

Murales Vernante
Murales Vernante

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.