Giro del mondo tra le librerie più belle del globo

librweriaLibri, libri e ancora libri. E quando si parla di libri e letteratura il primo luogo che viene in mente è la libreria. Sulla spiaggia o in strutture futuristiche poco importa. Perché esistono 20 biblioteche in giro per il globo che ogni anno richiamano centinaia di turisti. Per il suo fondatore, per le attività organizzate nel corso dell’anno, ma anche solo per la bellezza della struttura. E allora giriamo per il mondo e scopriamo le biblioteche più belle in un viaggio personalissimo.

People look at the entrance of the booksShakespeare and Company, specializzata in letteratura in lingua inglese la piccola libreria lungo la Senna è stata fondata nel 1951 da George Whitman. Inizialmente il nome scelto era Mistral, poi cambio nel 1964. Lo stesso Whitman amava definire la libreria un’utopia socialista mascherata da libreria. Perché la piccola biblioteca, al 37 di rue de la Bûcherie, vicino Place St.Michel, offriva posti un alloggio per i tanti artisti e scrittori. In cambio di alcune ore di lavoro fra gli scaffali. Oggi è tra gli spazi più creativi e innovativi di Parigi, numerose le attività dai reading ai concerti e il sunday tea, ovvero incontri con gli scrittori e letture di poesie.

last bookstore, los angeleseAl numero 453 di Spring Street, Ground Floor Downtown, a  Los Angeles si trova The Last Bookstore, 1500 metri quadrati di libri sistemati nei locali di una vecchia banca.  L’idea è di Josh Spencer, diversamente abile amante di letteratura che avvia quella che sarebbe diventata la più grande libreria indipendente di tutta la California. Al suo interno un labirinto di testi e oltre 100.000 volumi e uno stile che schiaccia l’occhio al surrealismo di Salvador Dalì.

atlantis books santoriniAl centro della città di Oia a Santorini si trova invece l’Atlantis, una libreria nata dall’idea di due amici americani, Walzer e Craig Oliver Wise. Quando, nel 2002, hanno visitato l’isola di Santorini per passare le vacanze e ispirati dalla famosa libreria di Whitman a Parigi, hanno pensato di aprire una piccola libreria. Così nella primavera del 2004 e con il contributo di altri amici europei, hanno aperto una piccola biblioteca  a Castello, per poi trasferirla al centro di Oia nell’inverno del 2005. Atlantisda la possibilità di scegliere tra una vasta gamma di libri di letteratura, poesia e filosofia. La libreria “soleggiata” ospita anche serate di jazz e altri eventi culturali su una splendida terrazza con vista sul mare.

bart's book californiaAll’angolo tra Matilija e street Canada a Ojai, in California, c’è Bart’s book,  la più grande libreria in esterna gestita dal governo degli Stati Uniti. Nata nel 1964 da un’idea di Richard Bartinsdale, la libreria ha cominciato a prendere corpo proprio dalla collezione di libri posizionata sul marciapiede di Ojai. L’idea era quella di incentivare la lettura, così Bartinsdale decise di creare piccole librerie lungo la strada. Al posto della cassa, “Bart” decise di usare lattine di caffè in cui le persone avrebbero potuto lasciare un piccolo contributo. Da allora Bart’s Book ospita quasi un milione di libri.

10 corso como milanoStruttura minimal e dedicato al design a 10 Corso Como a Milano, piccola libreria in cui è possibile esercitare il piacere della cultura.  Numerose pubblicazioni spesso in esclusiva per l’Italia, tra cui cataloghi di arte, moda, design, fotografia, riviste specializzate in questo piccolo spazio sulle cui pareti è possibile ammirare le opere della galleria adiacente. Nata da una “costola” del bookshop della Galleria d’arte Carla Sozzani, la libreria nasce nel 1991. Prende il nome dall’indirizzo in cui è ubicata ed è uno spazio in cui la cultura e il commercio si muovono lentamente, tanto da creare un nuovo concept. Questo anche grazie al progetto di Kris Rush, artista americano, che ha creato il logo in bianco e nero, diventato poi icona di stile globale.

barter bookÈ una delle più grandi librerie di libri usati della Gran Bretagna ed è ricavata da una vecchia stazione ferroviaria in stile vittoriano. Si tratta di Barter Books, luogo sospeso nel tempo in cui è stato trovato il manifesto Keep Calm and Carry OnIl. Il negozio ha un giardino, un caffè, e una ludoteca per i bambini che permettono a genitori e nonni di navigare in tranquillità tra i testi presenti sugli scaffali.  I proprietari hanno mantenuto la vecchia struttura, hanno mantenuto lo spirito della vecchia stazione riposizionando il camino, il lucernario e la tettoia esterna.

american book center amsterdamThe American Book Center è una catena di librerie in lingua inglese con negozi ad Amsterdam e a L’Aja. Tra gli scaffali e i tronchi di alberi della struttura è possibile scovare romanzi, saggi, riviste, merchandising, tutti importanti da USA e Regno Unito. Famosa per i libri sul graphic design, l’urban culture e i manga The American Book Center ha avviato il servizio Espresso Book Machine, una sorta di “Bancomat dei libri” che può stampare, rilegare e tagliare tascabili brossurati di qualità, con copertina a colori. Se il libro cercato è introvabile o non è più stampato, ci si può rivolgere all’azienda olandese e richiederne una copia in pochi minuti. Il servizio è fruibile anche dagli scrittori esordienti che vogliono far stampare alcune copie dei propri lavori.

vv something taipeiSi trova in un vicolo e l’entrata è incorniciata da un portone rosso. All’interno della VVG Something di Taipei è possibile trovare una selezione di libri d’arte e godere l’atmosfera sospesa tra modernità e tradizione. C’è una vasta sezione di testi dedicati all’arte e alla fotografia, libri sugli hobbies e di ricette. La libreria, parte integrante del gruppo LCA, è inoltre dotata di un giardino interno nel quale è possibile sfogliare i testi e sorseggiare un caffè.

ler devegar lisbona“Leggere lentamente” è il leit motiv della libreria nel cuore di LisbonaLer devagar”. Nata All’interno della LX Factory, la struttura è stata progettata intorno a un antica macchina tipografica. Al suo interno installazioni e oggetti di uso comune che riprendono il concept i far rivivere, anche e artisticamente, gli oggetti e le macchine che hanno scritto la storia della factory.  Nella libreria è inoltre possibile sfogliare libri e riviste, bere qualcosa al bar, chiacchierare mangiando in compagnia.

daikanyama-t-site-tokyoTre anni di progettazione per Daikanyama Tsutaya Books, libreria a Tokyo adiacente al  Daikanyama T-Site Garden inaugurato il 5 dicembre 2011.  L’architetto britannico Mark Dytham ha progettato la struttura insieme alla tedesca Astrid Klein. E ha lanciato un tema predominante, quello cioè della letteratura legata all’ambiente e alla sostenibilità. La libreria è costituita da tre aree collegate da un lungo corridoio di 55 metri. Lo Spazio Café si trova all’interno del complesso per consentire di sorseggiare un caffè e o assaggiare le specialità del posto.

libreria acqua alta veneziaSecondo la BBC è una libreria sott’acqua. Secondo alcuni la Libreria Acqua Alta è la più bella del mondo e la particolare collocazione costringe il proprietario a frequenti traslochi delle pubblicazioni a causa dell’acqua alta. Ospita  circa centomila volumi, riposti in vasche da bagno e gondole. Si trova in Calle Lunga Santa Maria Formosa. Al suo interno oggetti che raccontano la storia di Venezia, come la gondola lunga 11 metri e 50 centimetri, le vasche da bagno con i piedini. Aperta dieci anni fa dal veneto Luigi Frizzo, Acqua è un viaggio nel mondo dei libri internazionali soprattutto dedicati a Venezia, ma anche rari e introvabili, dai fumetti alle raccolte di Corto Maltese, ai cataloghi d’arte, alle trasposizioni in veneziano o veneto di longseller come El Principe Picinin, ossia Il Piccolo Principe di Antoine De Saint-Exupery.

honesty book shopPrendete un piccolo villaggio del Galles e tanti scaffali. Poi metteteli davanti al castello di Hay on Wye e creerete la Honesy Bookshop. Il villaggio da 25 anni promuove il festival della letteratura, grazie alla presenza di numerose librerie. Ma la più suggestiva e la bancarella davanti al castello. L’idea della libreria è venuta a Richard Booth, che amante della letteratura, nel 1948 ha creato la Honesty Bookshop. L’uomo ha poi venduto la “biblioteca all’aperto” all’associazione Hay Castle Trust. Per raggiungere la libreria si segue il muro medievale che circonda il castello, fino a quando ci si imbatte in una porta di legno. Basta soingere il grigio portone ed entrare nel cortile del castello dove tra erba e atmosfere medievali si può leggere un buon libro.

librairie-avant-garde-nanijingSi trova in un parcheggio ed è il negozio di libri più suggestivo della Cina a Nanijing. Si tratta della Librairie Avant Garde, che occupa 4mila metri quadri e ospita una replica di un Rodin. È libreria generalista con numerosi titoli, pochi quelli in lingua inglese, e in cui le persone si scambiano poche parole a bassa voce, gli studenti leggono in open space tavoli, mentre altri sorseggiano caffè.

word-on-the-water-londra

 

 

 

Word on the water, ovvero la libreria nata su un’imbarcazione al centro di Londra. L’idea è di Paddy e John che nella primavera del 2011 decidono dia avviare l’attività.  Questo anche grazie all’aiuto del premio Booker Ben Okri. La libreria si mantiene con le donazioni dei lettori che possono dare da tre a quattro sterline per i testi acquistati.

brattle-book-shop-bostonFondato nel 1825, Brattle Book Shop è una delle più grandi librerie antiquarie del paese. Ci sono scaffali all’aperto tra cui scegliere e tanti titoli da sfogliare. La Brattle Book Shop, fondata a Cornhill di Boston nel 1825, è stata fondata dalla famiglia Gloss nel 1949. Ospitato in un edificio di tre piani nel cuore del centro di Boston, The Brattle Book Shop possiede più di 250.000 libri, ma anche mappe, stampe, cartoline e altre oggetti. Ken Gloss è l’attuale titolare di The Brattle Book Shop, è stato presidente della Associazione Librai Antiquari d’America e valuta i libri per Harvard, Boston University, Boston College, la Northeastern, Simmons, Suffolk, Tufts, Babson, Fletcher School of Law e tanti altri.

librairie-ptyx-bruxellesSulle pareti della Librairie Ptyx a Bruxelles si trovano omaggi a famosi scrittori, ma l’interno è un vero e proprio monumento a tutte le forma d’arte. L’indirizzo è Rue Lesbroussart.  La libreria permette di incontrare persone e avviare scambi culturali.

 

 

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Giuliano M. ha detto:

    Enri, questo è davvero un gran bel viaggio!

    Mi piace

    1. Enrica Tancioni ha detto:

      Dovremmo farlo insieme…

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.