On the road alla scoperta delle icone rock di Billy Butcher

imagesDa simboli del rock a icone pop. Grazie al progetto “Superhero Crossover Media Project” ìdell’artista brasiliano Billy Butcher.  Fumetti e musica per le opere di Billy, con le quali vuole portare sulla stessa tela i supereroi dei fumetti Marvel creati negli anni ‘60 / ‘70 e quelli dei più recenti film che hanno portato al successo i comics americani sul grande schermo.

Questa sera alle 21 a On the road, il programma della musica in viaggio di www.radiobarrio.it

butchs2L’artista brasiliano Billy Butcher ha unito due delle sue grandi passioni, musica e fumetti, creando una serie di poster dove i cantanti post-punk e new wave diventano supereroi. Non è la prima volta che parliamo di Butcher Billy, designer e illustratore brasiliano noto in rete per i suoi mash up improbabili tra supereroi e icone della cultura pop. Fra i suoi lavori più riusciti c’è una gallery di disegni in cui i musicisti punk diventano supereroi. Ora, sul successo di condivisioni di quella raccolta, l’artista ne ha realizzato una nuova, dove 8 eroi Marvel prendono il posto delle star del rock.

Ci sono proprio tutti, da Ian Curtis (Joy Division) a Morrissey (The Smiths), da Billy Idol a Johnny Rotten, già nella versione John Lydon/PiL successiva alla fine dei Sex Pistols. Sono le icone del movimento post-punk che l’artista brasiliano noto come Butcher Billy (o Billy the Butcher, su Tumblr e Twitter) ha trasformato in supereroi, dando vita a un eccellente mashup di due delle sue passioni.

1427797468_1427387220_Gary-Numan-600x335Il nome stesso di Billy Butcher è da considerare un omaggio al mondo dei comics, essendo mutuato da uno dei personaggi di The Boys, la serie di metà anni Duemila scritta da Garth Ennis in cui cinque agenti della Cia sono incaricati di contrastare ed eliminare i supereroi, considerati una delle peggiori minacce per l’umanità.

La serie più recente prodotta da Billy, targata Marvel, segue di un paio d’anni quella dedicata alla Dc Comics. Oltre agli artisti già citati sono raffigurati Siouxsie Sioux, Mark Mothersbaugh dei Devo, Gary Numan, Adam Ant e il leader dei Cure, Robert Smith. Il risultato? Secondo alcuni dissacrante ma, bisogna ammetterlo, decisamente accattivante.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.