Alla scoperta dei bar letterari

 

White Horse Tavern

Da Keats a Hemingway, passando per  Parigi e Londra, in un tour letterario in giro per il globo. Perché i bar sono stati i luoghi ideali per gli scrittori per mettere su carta i loro pensieri e le loro storie.

eagle child pubSi parte da Oxford, e più precisamente dall’Eagle And Child. La taverna, che si trova sulla St. Giles ed è stata costruita nel 1650 dal St. John College, è stata il ritrovo per J.R.R. Tolkien e C.S. Lewis. Proprio nel pub, soprannominato  The Bird and the Baby’, gli scrittori si sono riuniti, hanno discusso e bevuto le migliori birre di Inghilterra . Dal 1933 ai primi anni 1950, il gruppo si è riunito nella Rabbit Room, una stanza privata del locale, per discutere di manoscritti ed opere incompiute. Oggi, le pareti della stanza sono decorate con foto degli autori. Mentre il ristorante offre piatti deliziosi, come carne di maiale, salsicce e sanguinaccio.

la rotonde parigiLa Rotonde a Parigi offre musica Jazz e atmosfera bohèmien. Il locale era molto amato Henri Matisse e Pablo Picasso, che si fermavano  per  un caffè pomeridiano o un cocktail serale. Il 12 agosto 1916 Pablo Picasso, la modella Paquerette, Max Jacob, Manuel Ortiz de Zarate, Marie Vassilieff, Henri-Pierre Roché, Moise Kisling, Amedeo Modigliani e il critico André Salmon erano seduti assieme di fronte al caffè mentre il loro amico Jean Cocteau immortalò per i posteri, 21 fotografie, ormai storiche. Nei primi anni del novecento è stato il punto di ritrovo degli artisti di Montparnasse. La reputazione del caffè si è solidificata ancora di più quando lo stesso Hemingway ha scritto di questo locale nel suo primo romanzo, The Sun Also Raises, affermando “Non importa in quale cafè di Montparnasse chiedi ad un tassista di farti portare dalla sponda destra del fiume, ti porteranno sempre alla Rotonde”. Nel corso del tempo il locale si è ingrandito, ma è ancora possibile sedersi fuori, guardare il via vai di Parigini alla moda e sentirsi ispirati come una volta.

le deux magotsLe deux margot. È un  luogo celebre della Parigi anni ’20. Il caffè è stato il punto d’incontro di artisti, scrittori e intellettuali come de Beauvoir, Sartre, Camus, e, ovviamente, Hemingway. Oggi è un porto turistico, il che significa che è tutto molto più veloce e caotico, ma vale ancora la pena fermarsi per un caffè o un martini.

White Horse Tavern
White Horse Tavern

La White Horse Tavern, inaugurata nel 1880, era nota per essere stata, fino agli anni ’50, il luogo di ritrovo di alcuni scaricatori di porto, fino a quando il poeta gallese Dylan Thomas, non iniziò a frequentarlo. E’ famoso anche per essere stato il posto dove Thomas, ha bevuto per l’ultima volta. Dopo diciotto shots di whiskey, l’uomo è collassato sul marciapiede, per poi morire poco dopo all’ospedale St. Vincent. Negli anni a venire la taverna è stata luogo di ritrovo per scrittori e letterati come James Baldwin, Anais Nin e Norman Mailer.

floriditaEl Floridita è il locale più famoso di Cuba, legato al nome di Ernest Hemingway e al cocktail più famoso, il Daquiri. Il bar era infatti conosciuto anche come “La Cuna Del Daquiri“, sembra che lo scrittore riuscisse a berne 13 di seguito. Nel pub sono ancora presenti diverse fotografie e cimeli dell’autore, come la una statua di bronzo che lo ritrae a misura reale, vicino il bancone.

Cerveceria AlemanaNon era certo un segreto che ad Hemingway piacesse bere, quindi non è nemmeno una sorpresa che avesse bar preferiti in diverse città di tutto il mondo. Come la Cerveceria Alemana, in Spagna, una birreria del ‘900 che ancora oggi resiste al cambiamento (gli interni non sono per nulla cambiati sin dall’apertura) e che Hemingway ha onorato nel suo “The Sun Also Rises”. I visitatori possono ancora sedersi al suo tavolo preferito, quello di marmo che si affaccia alla finestra e sorseggiare una birra, rivivendo atmosfere del secolo scorso.

vesuvio cafè san franciscoVesuvio a San Francisco.  La fama del locale è arrivata nel 1955, quando Neal Cassady, la cui vita ha ispirato il personaggio di Dean Moriarty in ‘On the Road’, si è fermato proprio qui. Poco dopo il bar è diventato il caffè preferito di molti altri autori come Jack Kerouac, Allen Ginsberg e Dylan Thomas. Per rendere omaggio a questi grandi nomi della letteratura, ogni drink ha il nome di un artista, per esempio il Jack Kerouac è un succo d’arancia e mirtillo mescolato con rum e tequila. Questo bar molto kitsch a North Beach, è stato il luogo dove alcuni dei personaggi della Beat Generation, amavano fermarsi. La strada dietro al bar porta infatti il nome di Kerouac. Di fronte al City Lights Bookstore, il locale è oggi, uno dei monumenti del jazz, dell’arte, della poesia, e dello stile di vita creativo.

antico caffè grecoAntico Caffè Greco a Roma. È il Caffè più antico di Roma, la sua fama è leggendaria e si dice che abbia aperto addirittura nel 1760. A pochi passi da questo locale viveva John Keats e spesso faceva tappa fissa qui. Sono migliaia i turisti che ogni giorno visitano il Caffè e la casa presunta dello scrittore. Quando sono giunti Lord Byron e Percy Shelley non hanno fatto altro che accrescerne la fama. Con loro anche Charles Dickens, Henrik Ibsen, Hans Christian Andersen e Maria Zambrano. Il caffè, di via Condotti è stato il rifugio per numerosi scrittori che hanno lavorato sulle opere gustando cappuccini seduti ai tavoli di marmo.

grand cafe osloGrand Cafè a Oslo– Ospitato all’interno del più ampio complesso del Grand Hotel di Oslo, il Caffè ha aperto nel 1874, quando la città era ancora conosciuta come Kristiania, in onore del re Cristiano IV. Qui era solito pranzare Henrik Ibsen, la cui opera ‘Casa di bambola’ ha letteralmente messo in discussione i ruoli sessuali e le norme sul matrimonio del XIX secolo. Il Caffè è ancora oggi meta di molti intellettuali mondani, sopratutto durante il banchetto annuale di assegnazione del Premio Nobel per la Pace.

kennedys pub dublinoKennedy pub. Ai tempi in cui questo pub di Dublino era anche era anche un negozio di alimentari, un giovanissimo Oscar Wilde si guadagnava da vivere riempiendo gli scaffali. Oggi il pub è soltanto un classico bar ma i visitatori possono gustare una buona seduti sugli sgabelli dove sedettero Samuel Beckett e James Joyce.

Old town new york

Old town new york. Uno dei locali preferiti di alcuni dei migliori scrittori moderni; lo dimostrano le foto e i libri autografati alle pareti. Gli scrittori non si fermano solo a bere, ma usano gli spazi del locale per promuovere libri e organizzare eventi. Il bar è cambiato ben poco dalla sua apertura, nel 1892. Tra gli artisti che frequentano il locale annoveriamo Frank McCourt, Seamus Heaney, Nick Hornby, Billy Collins, Pete Hamill.

CAROUSEL BAR a New OrleansCarousel Bar a New Orleans. Fondato nel 1886, l’Hotel Monteleone è sempre stato un punto luminoso nel Vieux Carré, stiloso quartiere francese di New Orleans, ed ha sempre attirato l’attenzione di moltissimi letterati del sud fra cui lo stesso Ernest Hemingway, ma anche Tennessee Williams e William Faulkner. Al giorno d’oggi il locale è ancora un punto caldo per gli avvistamenti letterari, dicono che sia infatti uno dei posti preferiti di John Grisham e Stephen Ambrose. Per chi volesse andare: se dopo esservi seduto sullo sgabello al bar ordinate da bere e vi sentite girare la testa, ricordate che non è il troppo alcool, ma il girevole Carousel Bar.

red key tavernRed key tavern. I fan di Kurt Vonnegut vorranno aggiungere questo posto nella lista posti da vedere. Il bar, aperto da un veterano della seconda guerra mondiale, è decorato con modellini di aeroplani che pendono dal soffitto, dove il Vonnegut spesso si fermava a scrivere. La taverna ha anche fatto la sua comparsa nel 1970, nel romanzo di Dan Wakefield, Vivere fino in fondo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.