Alla scoperta della Scandinavia

scandinavia33Natale è alle porte. E anche le atmosfere tipiche dei film dedicati a Babbo Natale. E allora lasciatevi cullare dal romanticismo e partite per la Scandinavia. Alla scoperta dei paesi dei nord Europa.

scandinavia28Si parte da Copenaghen, la terrà della birra Carlsberg e della Sirenetta di Christian Andersen. È la capitale e principale città della Danimarca: conta oltre 500 mila abitanti, è situata sulle isole Sjælland e di Amager ed è separata dalla Svezia dallo stretto di Øresund. La città vanta numerose attrazioni, tanto artistiche, quanto sociali. Il numero elevato di biciclette, che superano le auto, sorprende immediatamente il visitatore.

sirenettaIl simbolo della città è la statua della Sirenetta che si trova all’ingresso del porto e rappresenta una delle più importanti fiabe di Hansi Christian Andersen. Non si può non fare, poi, una passeggiata a Nyhavn, l’antico porto famoso per le case variopinte e il gran numero di locali di ogni genere e ristoranti: da qui partono anche i tour in barca che attraversano i numerosi canali. Importantissimi sono poi il quartiere di Christiania, i Giardini di Tivoli, il Palazzo di Amalienborg, e tanti altri monumenti e luoghi pubblici.

Cosa vedere: la Sirenetta di Copenaghen. È l’attrazione più famosa di tutta la Danimarca ed è nei pressi del porto. Il noto autore danese Hans Christian Andersen ha scritto la favola che l’ha resa celebre nel XIX secolo. Successivamente, colpito dalla storia, Carl Jacobs (proprietario della birra Carlsberg) ha chiesto allo scultore Eriksen di scolpire una statua. Ed eccola lì, oggi, bella così da attirare quotidianamente migliaia di turisti.

ChristianiaChristiania. La città libera di Christiania è la località più trasgressiva della capitale danese. Fondata da un gruppo di Hippie in una base navale dismessa, è nota come il quartiere della droga (Pusher Street). Il quartiere inoltre annovera la presenza di artisti che fabbricano biciclette e carrelli molto ricercati.

scandinavia19I giardini di Tivoli. Il parco di Tivoli è il più antico parco divertimenti della Danimarca. Punto d’incontro per residenti grandi e piccini e per i turisti amanti del divertimento. Da visitare assolutamente a Natale quando viene allestito il più bel mercatino natalizio della città.

Palazzo Reale di Amalienborg. È  la residenza invernale della Regina ed annovera il famoso balcone da cui la famiglia reale solitamente parla alla popolazione. Nel grande spiazzale e nei pressi degli ingressi potrete vedere le guardie che lo sorvegliano diligentemente. E’ possibile, inoltre, visitare alcune stanze.

scandinavia34Nyhavn. È l’antico porto della capitale della Danimarca. Situato nel centro cittadino, è meta di milioni di turisti che amano passeggiare lungo la banchina e rifocillarsi presso i tanti locali ubicati nelle pittoresche palazzine. Da Nyhavn partono i battelli turistici con cui visitare Copenaghen attraversando i suoi numerosi canali.

Come raggiungere Copenaghen? Le compagnie aeree low-cost collegano la capitale danese all’Italia. A partire dal 2015 si attende l’approdo di Ryanair all’aeroporto di Kastrup con voli diretti da Milano (Bergamo): insomma, un viaggio in Danimarca è più che alla portata. Per risparmiare sui trasporti si consiglia uno sguardo a quanto già esposto sulla Copenaghen-card: per muoversi, poi, abbiamo parlato in un altro articolo della metropolitana.

scandinavia32La città di Malmo è collegata con la capitale della Danimarca Copenaghen dal ponte dell’Oresund. È  una città svedese di 316.810 abitanti (al 10 novembre 2014). Situata nella parte più meridionale della Svezia, è la terza città della nazione per dimensioni e numero di abitanti.

Cosa vedere a Malmo.  “Lilla Torg” è una piccola piazzetta in stile antico dove si affacciano molti locali e caffé e dove è possibile  ammirare l’antica architettura svedese. Per conoscere a fondo Malmo un’altra cosa da vedere è la “fortezza di Erik”.

Molto suggestivo anche il “castello Malmohus” in perfetto stile scandinavo, la cui costruzione risale alla prima metà del Quattrocento. Gli appassionati di storia di passaggio a Malmo devono assolutamente visitare la chiesa di “S. Petri”. La chiesa in stile gotico risalente al trecento, ospita preziosissimi affreschi tardo-medievali. I viaggiatori sempre a caccia di “record” sanno sicuramente che a Malmo tra le cose da vedere c’è il Turning Torso, l’edificio di abitazioni civili che con i suoi 190 metri d’altezza è il più alto di tutta l’Europa.

scandinavia24La spiaggia di Ribersborg: la cittadina svedese dal tipico contorno nordico si affaccia sul mare, tutti i turisti che arrivano a Malmo passano almeno un giorno intero ammirare la bellezza delle coste. La spiaggia di Ribersborg con la sue lunghe distese sabbiose offre inoltre relax e tanta aria pura. Nei dintorni di Malmo le cose da vedere sono i mulini a vento, il più suggestivo e conosciuto della zona è lo “Slottsmollan”.

Infine degno di nota il “Kulturens Ostarp”, dove i cittadini lavorano e mangiano come un tempo. I contadini utilizzano mezzi arcaici che appartengono solo ai musei, anche voi sarete invitati a degustare prodotti tipici e genuini.

scandinavia16Stoccolma. È la capitale della Svezia, capoluogo della contea di Stoccolma. Posta nella parte orientale del paese, sul mar Baltico, è sede di governo e parlamento, oltre che luogo di residenza del capo dello stato, il re Carlo Gustavo XVI. Maggiore città della Svezia, è il centro di riferimento economico e culturale della Svezia.

Il tour non può non iniziare da Gamla Stan, anche conosciuta come “la città vecchia”. Girando per le sue antiche e strette vie ci si può imnattere in zone fantastiche, decorate da chiese, negozietti e palazzi storici. In questa parte di Stoccolma ha sede il famoso Palazzo Reale, residenza del Re e della Regina di Svezia. Al suo interno si trovano stanze lussuose e antiche, ma anche sotterranei da scoprire. Il cambio della guardia si tiene tre volte alla settimana alle 12.10, durante la primavera, l’autunno e l’inverno, in estate invece viene celebrato tutti i giorni della settimana.

scandinavia13Se il tempo lo permette, non si dovrebbe perdere Skansen, un museo a cielo aperto dove viene celebrata ogni forma di natura. Se si è fortunati, qui si possono avvistare degli orsi, alci o lupi. Al suo interno si trovano negozi, zoo e ristoranti, ma soprattutto la natura. Prima di visitarlo è consigliabile guardare sul web se nel periodo interessato, si tiene al suo interno qualche evento. Skansen è infatti spesso sede di concerti e fiere.

Come anticipato, Stoccolma offre anche numerose attrattive culturali. Tra queste vi è ad esempio il Moderna Museet, dove sono esposti quadri di Picasso, Dalì, Matisse e molti altri autori famosi in tutto il mondo. I minori possono entrare gratuitamente, per i maggiori di 18 anni invece il biglietto costa 15 euro.

scandinavia20Altra meta consigliata è il Municipio di Stoccolma, aperto nel 1923. Ogni anno qui vengono consegnati i premi Nobel con celebrazioni strepitose. Si può visitare con una guida o autonomamente, infine si può arrivare in cima alla torre che lo distingue e godere a pieno del panorama della città dall’alto. Il municipio è aperto tutto l’anno e anche in questo caso per accedervi dovrete pagare un biglietto, che vai dai 10 ai 12 euro circa.

È necessario visitare il castello di Drottningholm. Il castello risale al XVII secolo e dal 1981 è la residenza della famiglia reale. Ciò nonostante quasi tutte le sue sale sono aperte al pubblico, compresi i meravigliosi giardini in stile Barocco. Drottningholm è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 1991.

scandinavia3Oslo.  Galleria nazionale di Oslo. È la sede delle maggiori opere artistiche norvegesi e di altrettanti capolavori europei. All’interno della galleria si trovano, ad esempio, il celebre quadro “L’urlo” di Edvard Munch. Un buon motivo che incoraggia a non perdere questa meta è il biglietto d’ingresso gratuito.

Cattedrale di Oslo. La cattedrale di Oslo è un altra vera e propria opera d’arte. Al suo interno si può vedere  la vetrata creata da Emanuel Vigeland. Si può visitare la chiesa durante uno dei concerti che si svolgono li tutto l’anno.

Parco Vigeland. Il parco Vigeland è famoso per il legame tra arte e natura che c’è all’interno. Oltre ad essere un parco verde è infatti il luogo dove sono state impiantate le sculture di Gustav Vigeland. Ognuna propone una  storia con una simbologia evidente, perché testimoniano il percorso di vita che ogni uomo si trova a percorrere.

scandinavia17Il museo della navi vichinghe. All’interno di questo museo potrete visitare la bellezza e la maestosità di queste antiche imbarcazioni, utilizzate dai famosi popoli vichinghi. Al suo interno tre sono le navi più famose: la Oseberg, la Gokstad e la Tune. All’interno dell’edificio vi sono poi anche oggetti e utensili che possono raccontare la vita di questo popolo nordico.

Il municipio di Oslo. Il municipio di Oslo è famoso in tutto il mondo grazie alla celebrazione che si tiene ogni 10 dicembre, per l’assegnazione del premio Nobel per la pace. Anche la sua architettura è comunque molto particolari. Esso è stato completato nel 1950. Il municipio, sede del consiglio comunale, è aperto tutti i giorni e l’ingresso è gratuito.

Museo Folkloristico norvegese. Qui si trovano 155 abitazioni che, attraverso le loro architetture, mostrano la storia della Norvegia. Numerosi sono anche gli spazi verdi e gli spazi gioco per i bambini.  In alcune giornate vengono, inoltre, tenuti dei corsi di cucina tipici e degli spettacoli di danza o canto norvegesi.

scandinavia10Palazzo Reale. Il palazzo reale di Oslo è stato costruito nella prima metà dell’ottocento ed ancor oggi la residenza dei reali di Norvegia. Essendo questa la loro abitazione è severamente vietato introdursi all’interno.

Parlamento norvegese. Il parlamento norvegese conta solo 169 membri ed è stato edificato nel 1814 insieme alla costituzione. Il palazzo è davvero maestoso e il suo colore giallo-ocra non passa di certo inosservato. Questo è un altro dei pochi luoghi d’interesse che prevede il pagamento di un biglietto per l’ingresso. Chi vuole visitare gli interni deve, inoltre, affidarsi obbligatoriamente ad una guida turistica.

Il Castello di Akershus. Si trova in cima ad una collina. La sua posizione è certamente strategica ed è dovuta all’epoca in cui è stato costruito: il medioevo. Essendo posizionato così in alto, attraverso il castello è stata sorvegliata tutta la città di Oslo e quindi sono stati controllati anche eventuali invasioni nemiche. Attualmente, ogni giorno alle 13:30, al castello c’è la famosa cerimonia del cambio della guardia.

scandinavia6Il treno Oslo – Bergen  è secondo molti esperti del settore l’itinerario ferroviario più bello e spettacolare del mondo. La linea collega le due principali città norvegesi  e attraversa l’area di Hardangervidda, l’altopiano più elevato d’Europa. Sono milioni i turisti e i pendolari che frequentano la linea che, fa l’altro, attraversa diversi comprensori sciistici. Proprio per questa ragione è utilizzata sia in inverno che in estate, quando le temperature generalmente sono più accessibili per i vacanzieri provenienti dall’Europa del Sud. La ferrovia è stata costruita a partire dal 1875: i lavori durarono ben 34 anni ed impiegarono circa 15 mila persone. Le gallerie furono scavate interamente a mano, secondo le conoscenze dell’epoca. Negli anni, ovviamente, è stata ammodernata e presenta standard qualitativi elevati, tipici delle infrastrutture del Nord Europa.

scandinavia6Il viaggio dura la bellezza di 7 ore con quattro partenze giornaliere: lo spettacolo dei paesaggi della Norvegia si apre davanti agli occhi del visitatore, lasciandolo letteralmente incantato. Laghi, monti e foreste di conifere lasciano spazio, dopo il primo tratto, al paesaggio dell’altipiano dove ci sono piccoli villaggi che sono sede di strutture sciistiche. Quanto all’aspetto del prezzo del treno Oslo – Bergen, va detto che è abbastanza elevato rispetto agli standard italiani. Il costo della vita, del resto, è molto più alto che in Italia a queste latitudini. Per informazioni sui biglietti, si rimanda al sito delle ferrovie norvegesi.

Se si desidera fare un viaggio completo nella meraviglia della Scandinavia, arrivati a Myrdal si può prendere il tremo per Flåm (Leggi anche il nostro articolo su cosa vedere a Flam). I binari si inerpicano verso le montagne e lasciano spazio a cascate straordinarie lungo i lati della ferrovia. Un viaggio imperdibile secondo tutte le riviste di settore internazionali. Per ulteriori info, visitare il sito ufficiale Flaamsbana.no.

Credits: foto di Flavio Tancioni

 

 

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Francesco Speradio ha detto:

    Seguimi e condividi la tua esperienza nella città del cambiamento sul nuovo sito/blog http://inoslo.info/

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.