On the road alla scoperta dei video musicali

maxresdefault (1)On the road alla scoperta di video musicali più belli di tutti i tempi. Il viaggio di domani sera, mercoledì 23 dicembre, sarà interamente musicale e immaginifico. Perché dalle 20 scopriremo i video più particolari della storia della musica. Solo su www.radiobarrio.it

Qui il link del podcast: https://www.mixcloud.com/enricatancioni/on-the-road-alla-scoperta-dei-videoclip-musicali/

Il videoclip (conosciuto in Italia anche come video musicale o anche semplicemente video o clip) è un breve filmato prodotto a scopo promozionale per un brano musicale, solitamente una canzone presente in tutta la lunghezza del video. In altre parti del mondo come in Giappone, viene indicato come promotional video, abbreviato in PV oppure più comunemente “music video” nei paesi anglofoni.

bohemian rhapsodyIl videoclip di Bohemian Rhapsody è tra i primi a scopo promozionale della storia della musica  (il primo in assoluto fu realizzato dagli ABBA nel 1974 per il brano Waterloo, diretto da Lasse Hallström, ma in effetti videoclip promozionali erano girati già dai Beatles a metà degli anni sessanta). Da quel momento in poi, è diventata prassi normale per le case discografiche produrre video musicali per promuovere le canzoni dei loro artisti. Il video si apre con i quattro membri della band nel buio che cantano la intro del brano. Le luci sono puntate verso i volti dei membri. Tale composizione richiama la foto di copertina di Mick Rock per il loro secondo album Queen II. La fonte di ispirazione per quella foto è stata una fotografia dell’attrice Marlene Dietrich. Il video poi sfuma riprendendo i membri della band che suonano. Nella sezione operistica del video, la scena ritorna al Queen II, dopodiché svolgono ancora una volta la parte hard rock sul palco. Negli ultimi secondi del video Roger Taylor è rappresentato a torso nudo mentre colpisce un gong, riprendendo il marchio della Rank Organisation, familiare nel Regno Unito per essere l’azienda che produce e distribuisce molte delle produzioni cinematografiche britanniche.

Tutti gli effetti speciali non sono stati realizzati in fase di editing, bensì direttamente durante la registrazione stessa del video. L’effetto visivo del volto di Mercury nel corso dell’eco “Go” è stato realizzato puntando la fotocamera su un monitor, dando un feedback visivo, un bagliore simile a un feedback acustico. L’illusione a nido d’ape è stata creata utilizzando una lente di forma. Il videoclip è stato spedito alla BBC non appena è stato completato e trasmesso per la prima volta da Top of the Pops nel novembre del 1975. Dopo un paio di settimane alla numero uno, è stato realizzato un video alternativo: la differenza più evidente sono le fiamme presenti nell’introduzione e le numerose angolazioni di ripresa alternative.

Ma “Video Killed The Radio Star” dei Buggles, in seguito è in assoluto il primo video musicale ad essere programmato sull’appena nata MTV. Era il 1981. Con la nascita di MTV (che il I agosto 1981 ha ironicamente aperto le proprie trasmissioni con il videoclip Video Killed the Radio Star dei Buggles) e di altre televisioni musicali il videoclip ha assunto sempre maggiore importanza nelle strategie di lancio promozionale dei brani musicali e si è fortemente evoluto dal punto di vista artistico. Il primo videoclip con un alto budget di produzione è stato quello del brano Thriller di Michael Jackson nel 1983, che fu studiato e girato come un vero film dal regista John Landis. Il successivo videoclip considerato ancora oggi tra i più costosi fu quello di Wild Boys dei Duran Duran nel 1984.

Tra il 1992 e il 2004 arrivano gli autor. nel novembre del 1992, MTV comincia ad indicare i registi dei video insieme ai crediti dell’artista e della canzone, sintomo di un cambiamento epocale nell’aria che comincia a considerare il regista di videoclip come un autore “tout court”. Registi come Chris Cunningham, Michel Gondry, Spike Jonze, Floria Sigismondi, Stéphane Sednaoui, Mark Romanek e Hype Williams hanno tutti esordito in questi anni; portando un contributo espressivo personale all’arte del videoclip.

beautiful peopleFloria Sigismondi ha diretto per “The Beautiful People” quello che è stato definito come “il più pauroso tra i video paurosi”. Girato nella distilleria abbandonata di Goodenham and Worts a Toronto in Canada, il video mostra la band intenta ad eseguire la canzone in una specie di aula scolastica, decorata con protesi mediche e strumenti da laboratorio. Ad intervallare, ci sono scene di Manson in un costume somigliante a una lunga toga, con occhialini da aviatore, in piedi su dei trampoli e con trucco che lo fa apparire calvo e grottescamente alto; dopo essere stato vestito in questo modo da persone addette, inizia a fare un discorso alla folla da una finestra, gesto che ricorda il fascismo, e più tardi, si trova al centro di un cerchio, mentre la folla attorno a lui si ribella. Sono inoltre presenti brevi inquadrature raffiguranti vermi di terra striscianti, teste e mani di manichini e stivali marcianti, oltre a inquadrature dei singoli membri della band in costumi bizzarri, tra cui lo stesso Manson in nero, con anelli al collo e un apparecchio dentale che allarga la sua bocca, mostrando i suoi denti metallici.

sabotageSpike Jonze dirige il video Sabotage dei Beastie Boys. È  un omaggio-parodia alle serie televisive poliziesche degli anni 70, come S.W.A.T. e Starsky e Hutch. Il video, presentato come una serie televisiva di nome Sabotage, vede la partecipazione dei membri della band come personaggi principali. Il video è stato nominato in cinque categorie agli MTV Video Music Awards 1994 (Video of the Year, Best Group Video, Breakthrough Video, Best Direction in a Video, Viewer’s Choice), senza però vincere in alcuna di queste. Tuttavia riuscì a vincere nella categoria Best Video (That Should Have Won a Moonman) agli MTV Video Music Awards 2009.

teardropLa canzone ha avuto un notevole successo, raggiungendo il decimo posto nella UK Singles Chart. Teardrop, brano dei Massive Attack,  è cantato da Elizabeth Fraser dei Cocteau Twins ed alcune sonorità della ritmica ricordano vagamente il brano Sometimes I Cry di Les McCann. Il video musicale, diretto da Walter Stern, mostra un feto nel grembo materno che canta il brano. Un montaggio strumentale del brano è stato usato nella sequenza di apertura della serie televisiva statunitense Dr. House – Medical Division, non utilizzato nella versione italiana per motivi di copyright. Una versione eseguita da José González è stata utilizzata nell’ultimo episodio della quarta stagione, Il cuore di Wilson. La canzone è stata anche utilizzata per promuovere il videogioco Assassin’s Creed. Una cover acustica di questo brano è stata anche eseguita da Newton Faulkner ed inserita nel suo album d’esordio Hand built by robots.

Nel 2009 è stata cantata dal trio Yavanna all’interno del programma X-Factor. Nel 2010, nell’ambito del festival “Jazz à Vienne” (che si tiene a Vienne, in Francia), Brad Mehldau esegue il brano in versione per piano solo. Nel 2012 viene interpretata da Chiara, vincitrice poi del talent show, nella finale della sesta edizione di X-Factor. Il video ufficiale è stato pubblicato nell’ottobre 2011. Rappresenta Gary Barlow e i membri dei The Collective che eseguono la canzone, mentre dietro di loro vengono mostrate foto di bambini e dei testi di una poesia scritta da un adolescente che si sparpagliano intanto che la canzone viene cantata.

othersideOtherside, è stato il terzo singolo dei Red Hot Chili Peppers dall’album Californication, e confronta le battaglie ex-junkies con le loro precedenti dipendenze. È stato probabilmente dedicato al loro defunto membro Hillel Slovak, che morì di overdose; le parole “I heard your voice through a photograph / I thought it up and brought up the past / Once you know you can never go back” (“ho sentito la tua voce attraverso una fotografia / Ci ho pensato e mi ha riportato al passato / Ormai lo sai che non puoi mai tornare indietro”), suggeriscono che non sarebbe mai più tornato dall’eroina. È stato il quarto # 1 del gruppo sulla classifica Alternative Songs. È stato il secondo singolo più alto in classifica dall’album Californication, raggiungendo # 14 negli Stati Uniti. Il video è stato diretto da Jonathan Dayton e Valerie Faris in uno stile gotico black-and-white/monochrome simile a Il gabinetto del dottor Caligari di Robert Wiene, tutto influenzato dall’arte espressionista tedesca. Nel video sono presenti anche elementi di Cubismo e il lavoro dell’artista grafico M.C. Escher. Una storyline a cartoni è giustapposta alla canzone; quella della sequenza del sogno di un giovane. I membri della band appaiono vestiti in nero in luoghi insoliti, con oggetti destinati a comparire come strumenti surreali. Durante tutto il video Anthony Kiedis, con i suoi capelli corti e platinati, si vede in una torre del castello. La sua figura è diversa e molto scura rispetto alle sue performance più energiche in altri video. John Frusciante suona una corda di un lungo corridoio, come se fosse una chitarra, anche se riluttante volendo solo suonare normalmente la sua chitarra. Flea è appeso ai fili del telefono che suona come se fossero un basso elettrico, e Chad Smith è su una torre con un orologio medievale rotante che serve come la sua batteria.

Viðrar vel til loftárásaUna canzone particolare  del gruppo islandese Sigur Ros, dal loro secondo album “Ágætis byrjun” (“Eccellente inizio”) del 1999, noto anche per la copertina scioccante con il feto. E’ sicuramente una delle canzoni dei Sigur Rós più note, essendo anche stata considerata (nel particolare stile della band islandese) quasi “premonitrice” degli attentati dell’11 settembre. Il titolo stesso, che significa “E’ tempo buono per gli attacchi aerei”, sembra essere stato ripreso da un sarcastico annuncio di uno speaker del bollettino meteorologico radiofonico islandese durante la guerra del Kosovo. Alla fama di “Viðrar vel til loftárása” ha senz’altro contribuito anche il controverso ma splendido videoclip, girato nel 2001 dai registi islandesi Stefán Arni e Siggi Kinski. Ambientato nell’Islanda degli anni ’50, è basato sul bacio che si scambiano due adolescenti e che viene interrotto dal padre di uno di loro e da un prete del posto, durante una partita di calcio. Nel video appare anche il leader dei Sigur Rós, Jónsi, nei panni dell’allenatore della squadra, mentre sulla bottiglia dalla quale beve uno dei ragazzi compare il feto simbolo dell’album. Il video musicale è stato diretto da Chris Cunningham e mostra due robot, entrambe femmine, in intimità. È un’installazione permanente al Museum of Modern Art di New York ed è considerato uno standard dell’animazione computerizzata. Il video ha ricevuto numerosi premi, fra cui un MTV Video Music Awards ed ha avuto una nomination ai Grammy Award.

all is full of loveAll is full of love, è uno dei video più particolari della storia della musica. Montato al contrario, come si capisce dall’acqua che scorre contro la forza di gravità, la storia e la stessa struttura hanno provocato non poche difficoltà  per la comprensione del significato. La sequenza normale inizia mostrando un robot, con le sembianze di Björk, che giace su una piattaforma di montaggio in una camera bianca. Prima che finisca l’assemblaggio della Björk robotica, compare un altro robot con le stesse sembianze e iniziano a baciarsi appassionatamente. Questo è l’ordine in cui il video va visto, come indicato sul sito del regista. Comunque, seguendo il video come indicato dallo scorrere dell’acqua, si vede che i due robot vengono separati dai macchinari che li circondano e vengono smontati e disattivati.

black hole sunIl video musicale surreale e apocalittico di “Black Hole Sun” dei Soundgarden è stato diretto da Howard Greenhalgh, prodotta da Megan Hollister per Why Not Films (Londra, Inghilterra), girato da Ivan Bartos e geometrie di lavoro di post-produzione da 525 Post Produzione (Hollywood, California) e Soho 601 Effetti (Londra). Il video segue un quartiere di periferia e dei suoi abitanti, che sono poi inghiottiti da un buco nero, mentre la band esegue la canzone da qualche parte in un campo aperto. Il video è stato rilasciato nel giugno 1994. Dopo diverse settimane di airplay su MTV, una seconda versione del video è stato sostituito contenente gli effetti visivi più elaborati rispetto all’originale, tra cui l’aggiunta di un buco nero generato dal computer. Il video musicale di “Black Hole Sun” divenne un successo su MTV e ha ricevuto il premio per il miglior / Hard Rock Video metallo agli MTV Video Music Awards 1994. Nel 1995, ha ricevuto il Clio Award per Alternative Music Video. Il video è disponibile sul CD-ROM Alive nel Superunknown.

UnintendedIl videoclip di Unintended, diretto da Howard Greenhalgh, mostra i componenti dei Muse all’interno di una villa abbandonata, nel quale risiedono alcune persone che fluttuano e si contorcono anziché muoversi normalmente. I testi raccontano la storia di una persona che esce dalla  depressione perché ha recentemente trovato la felicità.

lullabyIl video musicale di Lullaby dei Cure è stato girato in uno studio di Londra. In esso si vede Robert Smitha letto in pigiama, in una sequenza onirica da incubo, mentre il resto della band interpreta dei soldatini di latta che appaiono di tanto in tanto per alcuni secondi durante il video. Il videoclip, dove Smith interpreta sia il mostruoso “uomo ragno” cannibale menzionato nel testo (nessuna relazione con lo Spider-Man della Marvel Comics) sia la sua presunta ed atterrita vittima, si conclude con Smith ingoiato da quello che sembra essere un ragno gigante. Il video, diretto da Tim Pope e montato da Peter Goddard, ha vinto il premio come Best Video ai Brit Awards del 1990.

pure morningDiretto da Nick Gordon, il videoclip di Pure Morning dei Placebo mostra Brian Molko su un tetto di un edificio sul punto di buttarsi da un momento all’altro, mentre di sotto polizia, pompieri ed altre persone lo osservano, per aiutarlo in caso di emergenza. Un poliziotto raggiunge il tetto, tuttavia è troppo tardi poiché Brian si è già gettato. Per lui sembra non esserci speranza, ma con sorpresa di tutti la caduta si arresta e Brian finisce in piedi sulla facciata dell’edificio. Dopodiché, tra lo stupore generale,prosegue la discesa… Steve Hewitt e Stefan Olsdal compaiono nel quadro di persone che vengono arrestate dalla polizia per motivi sconosciuti.

coffee and tvIl videoclip di Coffee and Tv dei Blur è diretto da Garth Jennings e narra la storia di un contenitore del latte che parte alla ricerca del chitarrista del gruppo, Graham Coxon, apparentemente scomparso di casa. Tra alcune prove da superare riuscirà a trovare il componente della band. Alla fine del video si scoprirà che in realtà il chitarrista è rinchiuso a provare la canzone. Vedendo sul contenitore del latte la propria fotografia come persona scomparsa, il chitarrista decide di tornare a casa per rincuorare i propri genitori.

there thereNel video There there dei Radiohead, Thom York mostra la propria passione per Dante Alighieri. Il video è una continua citazione della Divina commedia. La presentazione della location richiama infatti l’oscurità dell’inferno dantesco. Nella struttura si notano inoltre le analogie tra Pier delle Vigne e lo stesso Yorke che alla fine del video rimane imprigionato nell’albero.

tonight tonightIl video di Tonight tonight degli Smashing Pumpkins si è ispirato al film muto di Georges Méliès Viaggio nella Luna, e realizzato grazie alla regia di Jonathan Dayton e Valerie Faris con la partecipazione, come attori, di Tom Kenny e Jill Talley. Il video vinse in ben 5 categorie (Video of the year, Best Direction in a Video, Best Special Effects in a Video, Best Art Direction in a Video, Best Cinematographic in a Video) agli MTV Video Music Awards del 1996 (il gruppo vincerà un ulteriore premio grazie al video di 1979).

hurtVideo statico è invece quello di Hurt di Jonnny Cash, cover dei Nine Inch Nails. Il 15 maggio 2003, pochi mesi dopo aver girato il video, sua moglie June, che si vede verso la fine del filmato, è morta all’età di 71 anni. Nel settembre dello stesso anno Johnny Cash è stato ricoverato nel Baptist Hospital di Nashville per complicazioni diabetiche, dove è morto il 12 settembre. La casa dei coniugi Cash a Nashville, in cui è girato il video, è andata distrutta in un incendio scoppiato accidentalmente il 10 aprile 2007 mentre erano in corso gli ultimi lavori di ristrutturazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.