On the road alla scoperta della Londra cinematografica

Scoprire i luoghi del cinema nella città della Regina e dei baronetti. Mercoledì 11 maggio è andata in onda la puntata di On the road, il programma della musica in viaggio di www.radiobarrio.it, dedicata ai film ambientati a Londra.

Qui il podcast della puntata.

Notting Hill2Prende il nome dal quartiere in cui è ambientato Notting Hill , la romantica commedia del 1999 con Julia Roberts e Hugh Grant. Lei è una star di Hollywood in trasferta a Londra, lui un libraio sconosciuto. Casualmente si incontrano, rapidamente si innamorano. Abituati a stili di vita diversi, si lasciano. Garantito l’happy end. La libreria di viaggi in cui lavora il protagonista si trovava, nel film, al civico 142 di Portobello Road, dove oggi c’è un negozio di scarpe. A ispirare gli autori, però, è stata la reale libreria di viaggio The Travel Bookshop , poche centinaia di metri più in là, al 13 di Blenheim Crescent. Per vedere la porta blu dell’appartamento del protagonista (ora nera perché l’originale è stata venduta per beneficenza), andate al 280 di Westbourn Park Road mentre per la casa di Max e Bella ? ricordate la festa di compleanno in cui William presenta Anna agli amici? – spostatevi al 91 di Lansdowne Road. Da lì potete passeggiare fino ai Rosmead Gardens, i giardini privati in Rosmead Road. Sono chiusi al pubblico: vietato scavalcare il cancello, come invece fanno i due attori.

SmithfieldCinque anni prima, nel 1994, Hugh Grant diventava una star internazionale con Quattro Matrimoni e un Funerale , accanto a Andie MacDowell. Il film è girato a Londra e nelle contee circostanti, come il Surrey e il Buckinghamshire. Restate nella capitale e fate un salto a Smithfield, nella Chiesa di San Bartolomeo (fermata della metropolitana Farringdon o Barbican, Circe Line). Forse vi stupirete ma, al suo interno, sono stati girati anche Shakespeare in Love, Elizabeth e Robin Hood il Principe dei Ladri con Kevin Costner (in quest’ultimo l’edificio viene presentato come chiesa di Nottingham).

 

Westminster abbaziaNell’ Abbazia di Westminster è ambientata una delle scene finali de Il Codice da Vinci , tratto dall’omonimo bestseller di Dan Brown. Proprio qui, di fronte al sarcofago di Isaac Newton, il professor Robert Langdon (Tom Hanks) e Sophie Neveu (Audrey Tatou) trovano la soluzione nascosta nel cryptex (un marchingegno cilindrico da aprire con una combinazione segreta). In realtà l’abbazia non ha mai dato il consenso per girare il film ? la visione di Dan Brown è stata considerata “teologicamente non valida” – per cui il regista Ron Howard ha optato per la Lincoln Cathedral , nella contea del Lincolnshire, camuffando le pareti e realizzando una copia della tomba dello scienziato.  È stato realmente allestito il set, invece, all’interno di Temple Church , oggi meta di pellegrinaggio per i fan del film. Vi ricorderete la scena in cui Teabing accompagna Langdon e Sophie nella chiesa, riconoscibile dalle grosse statue dei Templari sdraiate sul pavimento.

 

the globeMeno avventura e più umorismo ne Il Diario di Bridget Jones , la commedia con Renée Zellweger dedicata alle vicissitudini di una trentenne single alle prese con problemi di peso e di amore. L’appartamento della protagonista è in Bedale Street 8, sopra il pub The Globe, accanto al Borough Market ? un mercato coperto che vende ogni genere di alimentari ? dove avviene la prima scazzottata tra Daniel Cleaver (Hugh Grant) e Mark Darcy (Colin Firth). Nel ristorante marocchino Momo , al civico 25-27 di Heddon Street, Bridget incontra invece i suoi amici per cena.

 

Waterloo StationChi crede nel destino avrà sicuramente visto Sliding Doors , la commedia romantica con Gwyneth Paltrow che racconta in parallelo cosa accadrebbe alla protagonista se, una sera, prendesse o perdesse il metrò. La scena in cui la sua vita prende due direzioni diverse è stata girata nella stazione Waterloo Station, lungo la Waterloo&City Line, mentre le riprese sulla riva del Tamigi sono state fatte sull’Hammersmith Bridge e sull’Albert Bridge. L’appartamento di Helen è al civico 39 di Leinster Square mentre quello dell’amica Anna, dove la Paltrow fugge una volta scoperto il tradimento del fidanzato, è al 29 di Primrose Gardens. Per risvegliare il lato bambino che è in voi, una volta terminato il tour, potete visitare il parco dedicato a Harry Potter negli Studios della Warner Bros, a 30 km da Londra (Aerodrome Way, Leavesden, Hertfordshire, aperto dal 31 marzo).

 

Il treni di Harry Potter

Vedrete dal vivo l’ufficio di Silente, il dormitorio maschile, la camera comune di Grifondoro, lo sgabuzzino e il salotto di casa Dursley. Tre ore di fuga dalla realtà, tra incantesimi e magia, prima di ritornare babbani. Harry Potter. sono solo un paio i luoghi da visitare a Londra in cui poter ritrovare alcune scene memorabili della saga del maghetto! Uno è il binario 9 ¾ nella stazione di King’s Cross, nel quartiere di Camden Town a Londra! Il binario immaginario di King’s Cross, non visibile ai babbani ma ai soli maghi, dal quale parte l’Hogwarts Express, si trova nella stazione dei treni di St. Pancras! Non fare confusione con la stazione metropolitana. Dalla metro, infatti, dovete risalite seguendo le indicazioni per la King’s Cross Railway Station. Entrati in stazione, dirigetevi sulla banchina di sinistra, proseguite fino in fondo e, sulla sinistra, tra il binario 9 e il binario 10, trovate la famosa platform 9 ¾ nella quale è stato “piantato” un carrello porta bagagli!

zooIl secondo è lo zoo di Londra, dove si svolge l’episodio del serpente in Harry Potter e la pietra filosofale. Lo zoo di trova a nord di Regent’s Park e, ad ottobre, è aperto dalle 10 alle 17.30. Il biglietto d’ingresso costa £ 17,20. Il terzo è il Millennium Bridge, il ponte pedonale londinese che in Harry Potter e il Principe Mezzosangue viene distrutto dal passaggio dei Mangiamorte. Questo ponte si trova nella zona di Bank, tra il ponte di Southwark e quello di Blackfriars. E ancora Diagon Alley, il luogo in cui tutti i maghi possono fare acquisti, è stata “ricostruita” intorno al Leadenhall Market anche se nel libro J. K. Rowling scrive che il Paiolo Magico si trova in Charing Cross Road, qualche km più a ovest. Non esistono invece: Little Whinging e Privet Drive, dove abitano i Dursley; Grimmauld Place numero 12, ovvero casa Black, il quartier generale dell’Ordine della Fenice, Hogsmeade e l’Ospedale San Mungo. Tutti questi sono luoghi nati dalla fervida immaginazione della scrittrice scozzese.

 

28 giorni dopo28 giorni dopo (28 Days Later) è un film horror fantascientifico del 2002, diretto da Danny Boyle. Nel 2007 è stato realizzato il sequel del film: 28 settimane dopo, diretto dal regista spagnolo Juan Carlos Fresnadillo. Il film è stato girato interamente con una telecamera digitale, a parte le ultime scene nel cottage in cui è stata usata una 35mm.

Le scene della Londra deserta sono state realizzate la mattina presto con un permesso speciale per chiudere al pubblico delle piccole aree limitate e per pochissimo tempo. Lo stesso è successo per l’autostrada che è stata chiusa per poco e per un breve tratto. Le scene all’ospedale (che è un vero ospedale) furono girate nei week-end visto che quella era una clinica che chiudeva il fine settimana. Insomma, una specie di day hospital.

Le scene nel grattacielo furono girate in un palazzo deserto che da lì a poco sarebbe stato demolito.

Il caccia usato nel film è decollato da Blackpool per giungere ai laghi. Alla crew sono occorse diverse ore per raggiungere tale location mentre il caccia c’ha messo meno di 6 minuti, consumando 6000 sterline di carburante. La scena del tunnel è stata girata in un tunnel in costruzione.

Canary WharfLa produzione aveva fatto tutto in regola avvertendo le autorità, ma quando fecero esplodere la stazione di benzina a Canary Wharf, a causa di un non avvenuto passaggio di notizie, la polizia pensò che si potesse trattare di un vero incendio e mandò in loco i pompieri (che per inciso erano già là).Una delle scene finali in cui si vedono i morti giustiziati fu girata nei pressi di una chiesa poco distante dalla Witherngton Road che connette Salisbury a Downton. Una parrucchiera, dalla strada, vide i corpi, si agitò e andò a sbattere con la macchina. Telefonò alla polizia che raggiunse la crew per interrogarla. Presto fu chiaro che si trattava di un film.

 

Palliser RoadMatch Point. seguendo cronologicamente il film si scopre che il circolo di tennis in cui Chris Wilton (Jonathan Rhys Meyers) inizia a lavorare è il Queen’s Club, in Palliser Road (metro di Baron’s Court). E’ qui che Chris incontra Tom. Ovviamente non potete entrare nel circolo ma la location del film è reale!

Il teatro dal quale esce Nola, dopo un’altra audizione andata male, è il Royal Court Theatre, in Sloane Square (metro di Sloane Square), mentre il museo nel quale lei e Chris si incontrano è la Tate Modern, al 53 di Bankside (metro di Southwark). Il negozio in cui lavora Nola, il Paul & Joe, si trova al 39 di Ledbury Road, nel quartiere di Notting Hill (metro di Westbourne Park).

E ancora, il The Audley, il ristorante al 41-43 Mount Street, a Mayfair, dove Chris e Nola si incontrano per un drink; la Brasserie Max, al 10 Monmouth Street a Covent Garden, dove Tom, Chloe, Chris e Nola cenano assieme (metro di Covent Garden, Leicester Square); la Locanda Locatelli, all’8 Seymour Street, il ristorante italiano alla moda in cui l’infedeltà di Chris sta per venire allo scoperto quando un amico ricorda di averlo visto prendere un taxi vicino l’appartamento di Nola (metro di Marble Arch); il ristorante Julie’s, al 135 Portland Road, dove Chris e Nola si incontrano per un pranzo clandestino. Il palazzo in cui Nola viene assassinata è al 64-84 Clarence Gate Gardens, su Glentworth Street, tra la stazione della metro di Marylebone e quella di Baker Street, a pochi minuti da Regent’s Park. E infine, dove si trova Chris quando getta i gioielli di Nola nel Tamigi? Esattamente alla fine di Hopton Street, al Queen’s Walk, sotto al Blackfriars Bridge (la metro più vicina è quella di Southwark).

 

Cowcross StreetCloser. il film inizia in Cowcross Street, dove Alice (Natalie Portman) viene investita dal taxi. Soccorsa da Dan (Jude Law), Alice viene portata al St. Bartholomew’s Hospital, distante poche centinaia di metri dal luogo dell’incidente. Usciti dall’ospedale, i due percorrono Little Britain e, proseguendo per King Edward Street (la cupola della cattedrale di St. Paul si scorge in fondo alla strada), entrano in un piccolo cimitero in cui la ragazza si presenta come Alice Ayres. Questo parco esiste davvero ed è il Postman’s Park, dove si trovano le lapidi di coloro che hanno dato la loro vita per quella di altre persone. Alla fine del film, Dan torna in questo cimitero e fissa la lapide commemorativa della vera Alice Ayres. L’appartamento di Anna (Julia Roberts) si trova al 1° piano di E.M. Miller & Son Ltd, in 3-11 Westland Place (metro Old Street). Il primo incontro “combinato” tra Anna e Larry (Clive Owen) avviene al London Aquarium, ovvero il Sea Life, che si trova sulla riva del Tamigi, dietro alla ruota panoramica di Londra, il London Eye.  La location dove avviene la confessione di Anna a Dan circa il suo tradimento con Larry è il Theatre Royal, DruryLane, in Catherine Street a Covent Garden. Il portone blu al 18 Southampton Place è stato usato per le riprese esterne dello studio di Larry mentre l’inaugurazione della mostra fotografica di Anna si svolge nel centro commerciale Whiteleys, su Queensway a Bayswater. Infine, l’albergo dove Dan e Alice si lasciano alla fine del film è il Renaissance London Heathrow Hotel, in Bath Road, a poche centinaia di metri dall’Aeroporto di Heathrow.

 

221b Baker StreetDa ultimo, come non citare Sherlock Holmes la sua abitazione al 221b Baker Street. La fermata di riferimento della metro, ovviamente, è quella di Baker Street. Uscendo su Marylebone Road vi ritroverete di fronte alla statua del detective più famoso al mondo. Proseguendo a diritto, al 234 di Baker Street si trova il Museo di Sherlock Holmes.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.