On the road alla scoperta del Columbia River Gorge

columbia-river-gorgeOn the road alla scoperta della strada panoramica più avventura del fiume Columbia. Domani, mercoledì 25 gennaio, ritorna il programma della musica in viaggio con una puntata interamente dedicata al Columbia River Gorge.

Qui il podcast della puntata.

Si tratta di canyon del fiume Columbia nel Nord-ovest Pacifico degli Stati Uniti d’America. Profonda fino a 1.200 m, la gola si allunga per circa 130 km mentre il fiume serpeggia verso ovest attraverso la Catena delle Cascate, formando il confine tra lo Stato di Washington a nord e l’Oregon a sud. Estendendosi grosso modo dalla confluenza del Columbia con il fiume Deschutes fino al tratto orientale dell’area metropolitana di Portland, la gola fornisce il solo percorso navigabile attraverso le Cascate e il solo collegamento per via d’acqua tra l’Altopiano del Columbia e l’Oceano Pacifico. La gola rientra in un’area naturale protetta a livello federale, chiamata “Area panoramica naturale della Gola del Columbia” (Columbia Gorge National Scenic Area) ed è gestita dalla Columbia River Gorge Commission e dallo US Forest Service. La gola è una popolare destinazione ricreativa.

Quello a cui ci si riferisce normalmente parlando di CRG è il tratto finale del lungo percorso che il fiume Columbia percorre partendo dal Canada per arrivare fino al Pacifico, marcando con la sua maestosità l’intero tratto del confine tra Washington e Oregon. La scenic hiway è in realtà un insieme di tre strade. La parte più famosa è quella propriamente detta Columbia River Gorge Historical Hwy e copre meno di 20 miglia del sul lato sud (Oregon) del Gorge. In questa breve parte si trovano tutte le famosissime cascate oltre che i migliori viewpoints. Il lato sud è poi completato dalla I-84 che sarebbe meglio percorrere da Portland verso est arrivando almeno fino alla cittadina di The Dalles.

 

colmbua-river-gorge-2L’intero percorso è di circa 140 miglia tra andata (parte Oregon) e ritorno (parte Washington) e può prendere tranquillamente una intera giornata. La primavera e l’autunno sono sicuramente le stagioni migliori per visitare il Gorge mentre d’estate rischiate di trovare molte delle cascate non in piena. Queste però si alimentano velocemente grazie alle frequenti piogge e dopo un paio di giorni piovosi sono di nuovo in piena forma.

Il giro inizia dunque da Troutdale, poche miglia ad est di Portland. In pochi minuti si arriva a quella che è propriamente chiamata Columbia River Gorge Historical Hwy. La prima sosta è quella al Women’s Forum Overlook. Se il nome vi lascia perplessi, l’overlook vi lascerà entusiasti davanti al primo assaggio del Gorge. Il panorama spazia senza limiti verso est mentre il Gorge lento ma inesorabile, curva dopo curva, delinea il territorio che lo circonda. Non lontano potrete anche vedere la Vista House, quello che sarebbe il classico secondo stop lungo il percorso.

Fate  una prima deviazione per il Sherrard Point. Prendete il Larch Mountain turnout e 14 miglia sola andata vi porteranno attraverso una verdissima foresta al termine della quale troverete un parcheggio. Lasciate qui la macchina (occhio, in teoria sarebbe necessario un Northwest Forest Pass per parcheggiare) e intraprendete il brevissimo sentiero che parte dal parcheggio. Una volta in cima al promontorio non potrete non rimanere a bocca aperta, avendo la possibilità di ammirare Mt. Hood, Mt. St. Helens, Mt. Rainier, Mt. Adams e Mt. Jefferson semplicemente spaziando con lo sguardo.

 

colmbua-river-gorge-3Tornati sulla Columbia River Gorge Historical Hwy, la terza sosta è quella al Crown Point Ovelook dove si trova la Vista House. Se avete fatto qualche ricerca sul Gorge su internet dovete aver visto almeno una foto della Vista House. La sua piccola cupola è inconfondibile e regala ottime possibilità per delle belle foto col Gorge sullo sfondo. Entriamo ora in una delle zone più incredibili del Gorge, dove una dopo l’altra potrete ammirare in sequenza decine di meravigliose cascate. È un useo che serve anche come monumento a pionieri dell’Oregon. Si trova su un promontorio roccioso a circa 223 metri dal livello del mare.  L’edificio incorpora elementi di Jugendstil tedesco. L’edificio ha una cupola con pianta ottagonale. L’esterno è in pietra arenaria grigia, con un tetto di tegole verde. L’interno è rifinito in marmo, anche nei bagni. L’interno della cupola ha rivestimento in bronzo. I lucernari sono dotate di vetro opalescente in un modello semplice trafori, con vetro colorato simile alle cime delle finestre a livello principale.

Prima fermata è quella per le Latourell Falls. Un brevissimo sentiero porta ad una primo viewpoint ma continuando si può arrivare molto più vicino alla cascata. A poco più di un miglio di distanza fermatevi nuovamente per ammirare la Shepperd’s Dell Fall che si snoda sotto un ponte. Seconda fermata che suggerisco è quella per le Bridal Veil Falls. Qui un breve trail (meno di un miglio andata e ritorno) porta alle cascate. Tecnicamente siete all’interno del Bridal Veil State Park ed oltre a vedere le cascate, consiglio anche di percorrere il breve loop che porta a tre simili ma bellissimi overlook sul Gorge.

colmbua-river-gorge-5Il prossimo stop è quello per le Wahkeena Falls. Anche qui potrete ammirare le cascate dal bordo della strada o cercare di arrivare più in alto seguendo un trail un po’ in salita. Nei pressi del parking lot ci sono anche dei tavoli per fermarsi per un picknic. Portatevi qualcosa di succulento o sfigurerete di fronte ai vari americani che si stanno cucinando una bella bisteccona su uno dei vari barbecue disponibili.

La prossima sosta è quella delle Multnomah Falls, certamente le più famose cascate del Gorge. Potete parcheggiare al parking lot o, in alternativa, raggiungere le cascate seguendo un trail che parte dalle Wahkeena Falls. Le Multnomah Falls sono incredibilmente alte e dovete cercare di arrivare almeno fino al famoso ponte che a metà salita permette di passare da un lato all’altro delle cascate. Per capire le dimensioni delle cascate guardate il masso che si trova alla base del primo salto delle cascate. Non sembra grossissimo se confrontato alle cascate ma poi leggerete che ha le dimensioni di uno scuolabus. AlleMultnomah Falls troverete anche un visitor center. Oltre a ricevere informazioni mappe e opuscoli ho trovato molto utile il raccoglitore dove è possibile vedere foto di tutte le cascate del Gorge. Questo vi aiuterà certamente a fare delle scelte.

Di opportunità ce ne sono veramente moltissime ed un giorno solo non è assolutamente sufficiente a vedere tutto quello che il Gorge offre. Il mio consiglio è di scegliere almeno una cascata che richieda un hike di qualche miglio, in modo da avere anche l’opportunità di camminare nel verde lussureggiante di questi boschi. Prossima fermata che vi suggerisco è quella delle Horsetail Falls. Queste, aggraziate ed altissime, colpiscono comunque per portata e sono tra le mie preferite. Sono letteralmente sul bordo della strada ma meritano una sosta di contemplazione.

columbia-river-gorge6Proseguendo lascerete la Columbia River Gorge Historical Hwy tornando sulla I-84 ma l’area che segue è ricchissima di opportunità per dei brevi trail. Tra ciò che non ho visto cito le Punch Bowl Falls sull’Eagle Creek Trail. La mia scelta è invece caduta sulle Wahclella Falls. Il trail che porta alle cascate è di circa un miglio sola andata e conduce attraverso un bel bosco con enormi pareti rocciose ai lati del torrente. Le cascate sono veramente strepitose, meritevoli dello sforzo richiesto per arrivarci. Offrono inoltre molti spunti fotografici, potendo essere riprese da moltissimi punti diversi. Ricordate che anche qui, per parcheggiare al parking lot, avrete bisogno del Northwest Forest Pass.

La zona delle cascate è grossomodo finita. Una ulteriore sosta interessante è quella a Cascade Locks, dove potrete ammirare i famosi canali. Lasciata la cittadina la I-84 continua seguendo il Gorge e qui è solo questione di scegliere quanto avanti vogliate andare godendo delle bellissime viste che il Gorge offre semplicemente guidando lungo la byway. Vi consiglio di fermarvi a The Dalles, tipica cittadina con moti motel, fastfood e ristoranti. Potrebbe essere una buona scelta per passare la notte. A questo punto il nostro giro prevede di attraversare il Gorge, passando da Oregon a Washington e tornare indietro guidando lungo la sponda nord del gorge.

colmbua-river-gorge-7La parte Nord (Washington). La parte nord del Gorge non è tanto ricca come quella sud ma offre comunque delle viste strepitose. Le rocce che fiancheggiano la strada mi hanno ricordato davvero molto il tipo di roccia tipica della zona di Lake Powell, sia per colore che per forma.

Un paio di soste che sicuramente valgono sono quelle per il Maryhill Museum of Art a Goldendale ed il Columbia River Gorge Interpretative Center dove, tra le altre cose, trova posto la più grande collezione al mondo di rosari.

Il giro si conclude una volta tornati in zona Portland ma nessuno vieta di lasciare il Gorge per dirigervi verso nord prima di arrivare a Portland. I maggiori luoghi d’interesse di Portland sono nella zona di downtown e nelle aree di Chinatown e Old Town, mentre i parchi principali e le vedute più belle sono sulle West Hills. Una delle piazze più conosciute è Pioneer Courthouse Square, “il salotto di Portland”. Qui vengono organizzati concerti, manifestazioni e raduni, ma è anche il luogo di incontro di giovani e impiegati degli uffici di downtown. Il Portland Building, costruito nel 1980, è considerata la più grande struttura postmoderna del mondo. Sopra l’entrata principale c’è la grande statua di Portlandia, raffigurante la dea del commercio.

columbia-river-gorge10Luogo più significativo di Chinatown è il Portland Classical Chinese Garden, il più grande giardino urbano cinese fuori dalla Cina. Costruito in autentico stile Suzhou, con i suoi giardini, ponti, decorazioni è una vera oasi di pace. Al suo interno ospita una sala da tè nella Tower of Cosmic Reflections. Altro luogo da non perdere è il Portland Saturday Market, il mercato artigianale all’aperto più grande degli Stati Uniti, caratterizzato dalla presenza di artisti di strada oltre che di bancarelle, che offrono cibi pronti delle più diverse culture. Dietro la zona di downtown si ergono le West Hills, una zona collinare vulcanica che divide il centro di Portland dalla periferia occidentale. All’interno del Washington Park c’è il colorato e profumato International Rose Test Garden, che contiene oltre 500 varietà di rose, piantate regolarmente dal 1971.

2 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.