Nelle location di Captain Fantastic

Prima le foreste del nord America, poi le strade. Quelle battute da decine di auto e motociclette. Si parla del lungo viaggio intrapreso da Ben Cash, un padre fuori dal comune, il Captain Fantastic che, con la moglie morta suicida per un disturbo bipolare, decide di crescere i sei figli con dure prove fisiche  e test intellettuali basati sulle letture di Middlemarch, degli emendamenti della Costituzione americana e dei testi  sul marxismo.

È la storia di crescita del film girato nel 2016 da Matt Ross e interpretato da Viggo Mortensen, pellicola  ammirata al Festival di Roma che racconta la storia di un padre capace di crescere dopo una tragedia. Lui, abituato ad essere franco con i propri figli diventati piccoli adulti straordinari perché capaci di avere spirito critico e di scalare una parete rocciosa, deve abbandonare il paradiso incontaminato costruito nelle foreste dello stato di Washington, per iniziare un viaggio. Questo viaggio si dipana tra  fast food, video giochi e smartphone, un percorso dallo stato di Washington al New Mexico nel mondo esterno chefarà mettere in dubbio a Ben il vero significato dell’essere padre.

Un mondo esterno che è anche più estremo della caccia e delle scalate, tanto  per le condizioni nelle quali si trova a vivere la tribù di “Re filosofi” dei ‘magnifici’ sette, quanto per le location scelte per ambientare le scene cittadine come anche quelle extraurbane.  Il location manager Dave Drummond ha parlato di ben 25location, “luoghi come Index, Gold Bar e Sultan sulla highway 2, Fall City e Carnation nella Snoqualmie Valley, Artist Point e la Mt Baker Highway, Moses Lake e la riserva Potholes, l’aeroporto Sea-Tac oltre a parti di Seattle e Kirkland”.

“Vivevamo nelle comuni della California del Nord e nell’Oregon – confessa lo stesso regista, che ha messo molto della propria storia nel film e nel personaggio di Ben. – Eravamo nel bel mezzo del nulla senza televisione e senza gran parte della tecnologia moderna”. Molto simile, insomma, ai boschi della Pack Forest, protagonista delle riprese iniziate nel luglio 2014. E che hanno approfittato, nello specifico, anche della Coastal Community Bank di Sultan, della Snohomish River Bank e della Smokey Joe’s Tavern (dove Ben riceve la telefonata della sorella) di Snohomish, del Family Gorcer (dove i ragazzi rubano del cibo grazie al fino attacco cardiaco del padre) e della scuola elementare di Gold Bar, a est della ‘Emerald City’ Seattle, della River House di Index e l’Evergreenhealth hospital di Kirkland.

Tutte location più o meno ‘urbane’ che di certo non possono competere con quelle trovate nel Deception Pass State Park, come la Rosario Head (o Isola Fidalgo), sullo Stretto di Juan de Fuca, dove si svolge la pira funebre dei Cash. E in generale tutta la Whatcom County, con il suo Artist Point e l’onnipresente Mount Shuksan… Luoghi resi già celebri da altri grandi film come Il cacciatore di Michael Cimino e Il richiamo della foresta del 1972, o visti nel recente The Ring (2002), che sfruttò una capanna del Lago Whatcom, a sud della Sudden Valley.

Le riprese sono iniziate a luglio 2014 e sono state fatte nello stato di Washington (Sultan, Snohomish, Deception Pass State Park, Gold Bar, Kirkland e nella Contea di Whatcom), per non dimenticare il Nuovo Messico (Mesilla, Albuquerque e Las Cruces) e Portland in Oregon.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.