Sulle orme di Tim Worth. Alla scoperta dell’Alberta

Benvenuti nella ridente Little Big Bear, la cittadina canadese in cui è ambientata la serie Tin Star. Un western contemporaneo in cui la protagonista assoluta è lei: la vendetta. Come spesso accade, la cittadina citata non esiste. Non affannatevi quindi a cercarla sulle mappe e sulle cartine, al suo posto troverete infatti la cittadina in cui sono state girate le scene della serie con Tim Roth. Si tratta di High River, un piccolo cento relativamente vicino a Calgary.

La vita a Little Big Bear scorre tranquilla, anche perchè la popolazione si aggira intorno a poche migliaia di individui. E’ questo uno dei motivi per cui Jim Worth, il personaggio di Roth, si è trasferito con moglie e figli dalla caotica Londra. Per ricominciare. Jim, è infatti un ex alcolizzato, approdato i Canada per iniziare una nuova vita. Se non fosse per…

Tranquilli non ho intenzione di fare alcuno spoiler. Ma vi consiglio di iniziare un viaggio in Alberta alla scoperta delle montagne rocciose del Canada. Il viaggio in Alberta sarà la meta ideale per entrare in contatto con uno sconfinato e prezioso paesaggio panoramico, ricco di scorci davvero indimenticabili dove la natura ha offerto con prodigalità tutti i suoi doni: laghi dalle acque cristalline così come immense pareti glaciali riempiranno i vostri occhi e i vostri ricordi.

In Alberta, la maestosità e l’imponenza della natura è l’elemento cardine. Incredibili ed entusiasmanti paesaggi naturali sono i motivi principali che vi spingeranno a fare un viaggio da queste parti. Le città principali, Edmonton e Calgary, tuttavia offrono un buon ventaglio di eventi e attrattive che meritano di essere visitate. Ma tralasciando le grandi città, Alberta è da sempre sinonimo del Banff National Park e del Jasper National Park. Il Banff è stato il primo parco naturalistico istituito in Canada (e terzo al mondo), nel 1885. Simbolo di un Paese da sempre attento alla salvaguardia dell’ambiente, testimonia l’impegno profuso per conservare quanto meglio i preziosi doni di madre natura.

All’interno del Banff National Park, sorge anche una cittadina (Banff, appunto) che è perfettamente armonizzata con il territorio circostante, in grado di offrire al turista quanto possa esigere. Qui, vari musei illustrano la storia del parco, della città e degli animali ospitati. All’interno del parco è possibile fare numerose attività, come escursioni a piedi, gite in mountain bike, kayak, emozionanti discese su sci o adrenaliniche su kayak. Se invece amate scalare, non potrete perdere l’occasione di mettervi alla prova sulle straordinarie pareti rocciose che la vicina Canmore vi propone; e, se viaggiate in inverno, non avrete scuse: è possibile praticare un’arrampicata su ghiaccio.

A metà strada fra Banff e Jasper, il Lake Louise che richiede una sosta obbligatoria. Si tratta di un lago dalle calme acque turchesi che riflettono le imponenti foreste circostanti vi aspetta e, poco vicino, il Moraine Lake non sarà da meno, garantendo un’atmosfera ancora più solitaria e selvaggia. All’interno dell’area naturalista c’è anche il Weeping Wall (muro del pianto), in estate, è una suggestiva parete ghiacciata che si scioglie, creando una aurea di vapore acqueo davvero incantevole; Columbia Icefields non mancherà di stupirvi: si tratta della più grande massa glaciale delle Rocky Mountains con numerose vette che superano i 3.000 metri. Sono solo un paio delle bellezze che delizieranno il vostro viaggio e che, credetemi, sono davvero indescrivibili a parole.

Il Jasper National Park è patrimonio dell’umanità dall’Unesco (come Banff), è meno noto, ma altrettanto ricco di scenari incantevoli e di una fauna autoctona. Sentieri che s’insinuano fra folti boschi saranno suggestivi, ma indimenticabili e introvabili in qualsiasi altro angolo del pianeta saranno i panorami che si possono godere a bordo della Jasper Tramway, una piccola funivia. Se  il tempo lo consente, in lontantnaza potranno essere visti i Columbia Icefields. Se i parchi sono i centri principali da vedere, tuttavia una lieve deviazione deve essere fatta nell’area meridionale. In cui l’Alberta meridionale offre il paesaggio delle badlands (aride praterie con morfologia unica al mondo dovuta all’erosione) dove furono rinvenuti numerosi fossili di dinosauro. Drumheller è il centro più grosso e simbolo del turismo legato ai mostruosi animali preistorici: un salto al Dinosaur Provincial Park, dichiarato patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, permetterà di vedere dei veri fossili. Da queste parti, non perdete l’occasione di visitare il Waterton Lakes National Park, parco nazionale di primissimo livello (dichiarato patrimonio dell’Umanità e Riserva Della Biosfera dall’Unesco e – insieme al confinante statunitense Glacier National Park – Parco Internazionale della Pace), ma piuttosto fuori mano rispetto agli altri e per questo decisamente ideale per chi volesse apprezzare anche la quiete e la tranquillità, oltre che le bellezze paesaggistiche.

L’Alberta settentrionale, oltre a essere il motore economico del Paese, grazie ai vasti giacimenti petroliferi che arricchiscono il suo sottosuolo, è  una meta imprescindibile fatta di natura e storia. Sì, perché tra le montagne rocciose del Canada della regione passano le strade che conducono in Alaska, dove esistono ancora diverse riserve indiane. Incantevoli scenari naturali aspettano con distese di pini e mandrie di bufali allo stato brado per la cui protezione, nell’estremità settentrionale, fu istituito Wood Buffalo National Park.

21

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.