E la musica della mia vita…

Fin da quando ero bambina la musica ha attraversato la mia vita. Un specie di droga fatta di note, in fila sul pentagramma degli episodi che hanno segnato la mia vita. Dal rock alla musica classica, passando al pop e all’heavy metal. Ho sempre masticato musica, grazie al mangiacassette che mia madre ci aveva regalato….

E la musica della mia infanzia…

Sono cresciuta a pane, latte, letteratura e rock. Da bambina io e mia sorella ascoltavamo le compilation per bimbi, con le canzoni di Heather Parisi e le sigle dei cartoni animati. Ma mia madre, amante della musica e del rock, ogni tanto alternava le canzoni per bambini con i Queen. La cassetta arancione veniva messa…

E la meccanica del cuore

“Uno, non toccare le lancette. Due, domina la rabbia. Tre, non innamorarti, mai e poi mai. Altrimenti, nell’orologio del tuo cuore, la grande lancetta delle ore ti trafiggerà per sempre la pelle, le tue ossa si frantumeranno, e la meccanica del cuore andrà di nuovo in pezzi”. La Meccanica del cuore, Mathias Malzieu.

E le perdite…

Il primo ricordo della mia infanzia è mio nonno. In un letto d’ospedale. Il mio rapporto con la morte è iniziato presto, a tre anni. Perché di li a poco, da quel giorno e dal ricordo sbiadito di una camera d’ospedale affacciata sullo stadio, mio nonno è morto. Ricordo anche le fughe da casa, con…

E le relazioni finite…

Alla fine l’ho fatto. Me ne sono andata. Ho raccolto la mia vita in due scatole e tre valigie e sono partita. Lasciandomi alle spalle una relazione ormai finita.