Alla scoperta del lago di Carezza, lo specchio d’acqua delle Dolomiti

È adagiato ai piedi del massiccio del Latemar in una conca ai bordi del bosco il lago di Carezza. Lo specchio d’acqua, che si trova a 1.502 metri di altitudine, viene spesso indicato come Lec de Ergobando, lago dell’arcobaleno. Termine  in cui risiede la spiegazione del nome del lago che ogni anno richiama in  Val d’Ega a 6 chilometri di distanza da Nova Levante, centinaia … Continua a leggere Alla scoperta del lago di Carezza, lo specchio d’acqua delle Dolomiti

Al lago di Sorapis, tra catene, rocce e vertigini

Ghiacciai in ritiro, biodiversità in via d’estinzione e un colore che non ha nulla a che fare con il turchese. Si è presentato così il lago di Sorapis lo scorso 9 settembre, dopo una difficile escursione tra catene e rocce leggermente scivolose, e decine di persone lungo il percorso. Il lago, definito uno dei più belli del Veneto, è un osservato speciale dal Museo delle … Continua a leggere Al lago di Sorapis, tra catene, rocce e vertigini

Tra monoliti e lingue di argilla, alla scoperta dei Calanchi del Marchesato

Ci sono luoghi bruciati dal sole in cui le “dune gialle” citate da Pier Paolo Pasolini creano uno scenario naturale di grande bellezza. Uno scenario capace di evocare incanto e magia. Accade a Cutro dove sulle colline che si “gettano” sul mar Ionio si trovano i calanchi, ovvero profondi solchi nel terreno. E in piena provincia di Crotone, dove insisteva il progetto di creare un … Continua a leggere Tra monoliti e lingue di argilla, alla scoperta dei Calanchi del Marchesato

Tra i tafoni di Calanna, alla scoperta della Cappadocia reggina

C’è un angolo di Cappadocia nella provincia di Reggio Calabria. A Calanna, naturale finestra sullo Stretto di Messina, si trovano i “tafoni” in un luogo che giace incastonato tra la montagna e il mare. Si tratta di formazioni di arenile che, plasmati dagli agenti atmosferici, hanno assunto sembianze simili  ai “Camini delle fate”. Qui il  giallo della roccia richiama il colore della sabbia del deserto … Continua a leggere Tra i tafoni di Calanna, alla scoperta della Cappadocia reggina

Bagno Vignoni, tra acque termali e vecchi mulini

Evoca atmosfere di altri tempi Bagno Vignoni, piccola frazione di San Quirico d’Orcia in provincia di Siena. Nonostante, secondo l’ultimo censimento del 2001, gli abitanti siano appena 30, il borgo richiama ogni anno decine di turisti. Perché la frazione, che si trova all’interno del Parco Artistico Naturale della Val d’Orcia, “racchiude” acque che sgorgano naturalmente, tanto da diventare all’epoca dei romani uno dei centri termali … Continua a leggere Bagno Vignoni, tra acque termali e vecchi mulini

San Quirico d’Orcia: tra paesaggi musicali, forme di verde e cipressi

Siede dolcemente sui campi di grano, circondato da dolci colline che si susseguono per creare una linea sinuosa, e file di cipressi lungo strade sterrate. È San Quirico d’Orcia, antico borgo della Val d’Orcia costruito sulla cima di una collina. Edificato sui resti dell’antico villaggio di Osanna, San Quirico si trova a metà strada tra Pienza e Montalcino, e un tempo era una tappa sulla … Continua a leggere San Quirico d’Orcia: tra paesaggi musicali, forme di verde e cipressi

Back to Nature, quando l’arte dialoga con la natura

Arte e natura dialogano dolcemente a Villa Borghese dove, fino al 13 dicembre sarà possibile visitare Back to Nature. Arte Contemporanea a Villa Borghese, a cura di Costantino D’Orazio. Si tratta di un progetto espositivo in cui arte e natura, installazioni, alberi e architettura si fondono e si confondono tra i sentieri del parco per regalare ai visitatori un viaggio all’insegna della trasparenza e della … Continua a leggere Back to Nature, quando l’arte dialoga con la natura