In giro per Reggio Calabria, tra Opera di Tresoldi e le installazioni di Rabarama

Un susseguirsi di opere d’arte contemporanea in quello che Gabriele D’Annunzio ha definito “il chilometro più bello d’Italia”. Così il lungomare di Reggio Calabria, intitolato al sindaco Italo Falcomatà, diventa una galleria di arte contemporanea a cielo aperto che, insieme al giardino botanico en plein air, arricchisce l’area che si affaccia sullo Stretto. Sulla via dedicata al primo cittadino promotore della “Primavera reggina” la costa … Continua a leggere In giro per Reggio Calabria, tra Opera di Tresoldi e le installazioni di Rabarama

Tra i tafoni di Calanna, alla scoperta della Cappadocia reggina

C’è un angolo di Cappadocia nella provincia di Reggio Calabria. A Calanna, naturale finestra sullo Stretto di Messina, si trovano i “tafoni” in un luogo che giace incastonato tra la montagna e il mare. Si tratta di formazioni di arenile che, plasmati dagli agenti atmosferici, hanno assunto sembianze simili  ai “Camini delle fate”. Qui il  giallo della roccia richiama il colore della sabbia del deserto … Continua a leggere Tra i tafoni di Calanna, alla scoperta della Cappadocia reggina

Tra scaffali e odore di pagine stampate, in giro per librerie

Quando abiti a Milano e il mare si trova a 150 chilometri di distanza, c’è un solo luogo capace di far riconciliare con il mondo: la libreria. Da “lupa di mare” sono nata e cresciuta seguendo i ritmi della luna e delle maree, e il mare è sempre stato il mio personale posto in cui ritrovare la pace. Non a caso amavo correre sul lungomare … Continua a leggere Tra scaffali e odore di pagine stampate, in giro per librerie

Pentedattilo, alla scoperta dell’ex borgo “fantasma”

Si trova incastonato tra le rocce del monte Calvario e i piedi dell’Aspromonte, su una terrazza naturale che si affaccia sul mare. Si tratta di Pentedattilo, il borgo fantasma nato a pochi chilometri da Melito Porto Salvo. Il borgo, abbandonato a cavallo degli ’50 e ‘60, ha le sembianze di un vecchio presepe arroccato ai piedi del Monte Calvario, tanto da prendere le sembianze di … Continua a leggere Pentedattilo, alla scoperta dell’ex borgo “fantasma”

Il cambiamento, verso una nuova vita a Milano

IMG_20150525_200650Il cambiamento è una costante. Ma il modo di vivere questa condizione è un vero e proprio mistero, perché se da una parte è sentito come la morte del momento, dall’altra può rappresentare una seconda occasione di vita. E quando il cambiamento rappresenta un nuovo inizio, si può sentire in ogni particella del corpo. Come adrenalina pura. Come se in ogni momento si possa avere un’altra occasione di vita, come se in ogni momento si possa nascere ancora una volta. Continua a leggere “Il cambiamento, verso una nuova vita a Milano”

E i sapori dell’infanzia…

 

Photo by Alan Hardman on Unsplash

La mia infanzia ha il sapore delle zuccarate. Dei biscotti friabili ricoperti di “ciuciulena”. Mia nonna, quando andavamo a trovarla a Reggio Calabria, me le faceva sempre trovare. E dato che ne mangiavo grosse quantità le nascondeva. Ma un giorno, spiandola dal buco della serratura, ho scoperto dove le teneva. E ora dopo ora, sono riuscita a finire tutti i biscotti. La bustona, con me in casa, durava sempre tre o quattro ore. Perché di nascosto aprivo la busta e prendevo un biscotto che mangiavo sul terrazzo di casa. E rimanevo lì incantata ad osservare il mare e lo Stretto. Continua a leggere “E i sapori dell’infanzia…”