Quattro passi in montagna, alla scoperta di Predarossa

Qui all’ombra del monte Disgrazia si incontrano il granito del Plutone del Masino e le serpentiniti della Valmalenco. E sempre qui le pareti rocciose hanno ispirato il nome della valle. Siamo in Val Masino e più precisamente a Preda Rossa, una piana che, sorgendo a 2000 metri, è solcata dalle anse del fiume Duino che si snoda come un serpente nell’intera valle mentre i ghiacciai … Continua a leggere Quattro passi in montagna, alla scoperta di Predarossa

Tra lavanda ed enkir, in giro a Sale San Giovanni

Quattro percorsi per ammirare la lavanda e le erbe officinali. Succede a Sale San Giovanni, piccolo borgo con 180 anime in provincia di Cuneo, ricordato come la Provenza d’Italia. Qui, nella alta Langa, tra metà giugno e metà luglio i campi si colorano. Si passa dal  blu della lavanda al giallo dell’elicriso e del finocchio, dal bianco della camomilla al violetto della salvia. In una … Continua a leggere Tra lavanda ed enkir, in giro a Sale San Giovanni

Tra il viola e il verde del Parco della Lavanda

Le colline si tingono di viola, il giallo ocra accarezza i campi di grano e il blu del cielo fa da contorno, mentre il verde della vegetazione sembra osservare l’intera vallata. Siamo in Calabria e più precisamente a Campotenese, una frazione di Morano Calabro, dove dal 2007 l’amore dei coniugi Rocco per la lavanda ha dato vita all’azienda Parco della lavanda. Qui ogni anno, tra … Continua a leggere Tra il viola e il verde del Parco della Lavanda

Da Bereguardo alla Lomellina attraverso il Ponte delle barche

Costruito come opera provvisoria il ponte delle barche di Bereguardo sembra resistere al tempo. Perché la struttura, che è rimasta in piedi durante le due guerre mondiali,  “lotta” da secoli per testimoniare il passaggio del tempo. Nato per permettere ai nobili di attraversare il Ticino e raggiungere l’altra sponda del fiume per cacciare, il ponte e la sua costruzione si devono ai Visconti. Nel 1.378 … Continua a leggere Da Bereguardo alla Lomellina attraverso il Ponte delle barche

Tra ulivi e colonne doriche, alla scoperta della Valle dei Templi

Si susseguono lungo la via Sacra i templi dorici dell’area diventata patrimonio Unesco nel 1997. E si snodano tra ulivi, acquedotti sotterranei e necropoli  fino all’agorà che era centro della vita pubblica dell’antica Akragas e dell’Agrigentum romana. Così la Valle dei templi a distanza di secoli riesce a raccontare la storia dell’antica Akragas, mentre il paesaggio fatto di ulivi e mandorli riporta indietro nel tempo … Continua a leggere Tra ulivi e colonne doriche, alla scoperta della Valle dei Templi

All’ombra del “Campanone”, quattro passi per Bergamo

“Non si può toccare una pietra, sarebbe un delitto“, scriveva nel 1949 architetto e urbanista Le Corbusier. Perché la Piazza vecchia di Bergamo era ed è ancora una delle piazze più belle d’Italia. Oggi, dopo 73 anni da quello scritto il cuore pulsante della cittadina rimane sempre incantevole, tanto da richiamare nella cittadina lombarda migliaia di turisti. Il cuore storico di Bergamo è la Città … Continua a leggere All’ombra del “Campanone”, quattro passi per Bergamo