E le relazioni finite…

1929672_1100765963840_60687_nAlla fine l’ho fatto. Me ne sono andata. Ho raccolto la mia vita in due scatole e tre valigie e sono partita. Lasciandomi alle spalle una relazione ormai finita.

1929672_1100765843837_1768643_nDa tempo il rapporto non funzionava, e me ne sarei dovuta accorgere da tempo. Ma la speranza che tra noi potesse funzionare mi ha offuscata. E così sono rimasta al suo fianco. L’ho appoggiata e amata. L’ho anche odiata. E tanto. Eppure sono sempre rimasta con lei. Mi sono illusa che le cose sarebbero potute cambiare e che la diffidenza con la quale ci guardavamo si sarebbe trasformata in sguardi di amore. E così non è stato. Da qui la decisione di andare via. D’altronde quando una storia finisce l’unica cosa che si può e si deve fare è una sola: ammettere la fine della stessa relazione. Da quel momento in poi tutto diventa più semplice. Ci si lascia alle spalle il rancore e la diffidenza, per poi lasciare spazio al nuovo e innato amore. Quello derivato dal rispetto reciproco, e dall’affetto per aver condiviso pezzi di vita insieme.

Ero e continuo a essere innamorata della sua luce, della sua tradizione e dei suoi valori. Eppure quando stavamo insieme mi sentivo costretta e in gabbia. Perché non mi dava più soddisfazioni, perché non parlava più la mia lingua. Anzi a dire la verità sono stata io a cambiare linguaggio. Proprio perché arrivata a un certo punto ho cambiato registro. Ho imparato a volermi bene e a chiedere di più. E questo non riusciva più a darmelo.

2449_1099464531305_776601_nE l’ho lasciata. Ho lasciato la mia città. Crotone, la mia amata Crotone, con le sue strade, il suo mare e il suo sole. Eppure da qualche mese a questa parte il nostro rapporto non andava bene. Mi sentivo costretta e in gabbia.. E questo Crotone non riusciva più a darmelo.

Nel cuore rimane tuttavia la nostalgia per questa grande storia. In fondo, ammettiamolo, siamo tutti molto innamorati della nostra città. Solo che a un certo punto, quando noi cambiamo e lei rimane la stessa cittadina, non siamo più soddisfatti. Ecco il rapporto con il proprio luogo di nascita è come una relazione amorosa. I sintomi dell’innamoramento sono gli stessi: batticuore, farfalle nello stomaco, incazzatura quando qualcuno osa commentare negativamente un elemento della propria amata. Ma anche  i sintomi della fine della relazione sono gli stessi: mancanza di interesse, insoddisfazione, intolleranza verso tutto quello che ruota intorno alla città.

2449_1099464371301_5444958_nE come ogni relazione finita che si rispetti, il rapporto cambia. Nel nostro caso rimane rispetto e malinconia. Ma anche nostalgia, la stessa che richiama ricordi e posti.

 

 

 

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. adacosco ha detto:

    ma dai….che storia ….

    Piace a 1 persona

  2. Anghessa ha detto:

    L’amore per la propria citta’é rassicurante,la nostalgia é legata alla infanzia….poi si “cresce” il mondo si dischiude,e tutti i luoghi offriranno nuove nostalgie,sapori,amori, é la Vita!! auguri

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.