Fiori e tulipani. Ecco le fioriture più belle d’Italia

Rimane aperto per otto settimane e al suo interno si trovano più di 7 milioni di fiori da bulbo tra cui 800 varietà di tulipani. È il parco Keukenhof, il parco più famoso dell’Olanda a Lisse, a pochi chilometri da Amsterdam. Qui nei suoi 32 ettari fioriscono narcisi, giacinti e tulipani.

L’Olanda, ricordata come terra dei tulipani, deve questo nome al fiammingo Ogier Ghislain de Busbecq, ambasciatore di Ferdinando I alla corte di Solimano il Magnifico, che ha portato in Europa questa specie di fiore nel 1554, affidando alcuni bulbi al botanico Carolus Clusius, responsabile dei giardini reali olandesi.

Oggi i tulipani sono considerati i messaggeri della Primavera, dal momento che il loro fiorire corrisponde all’inizio della stagione mite. Per osservarli non è necessario arrivare fino in Olanda, paese difficilmente raggiungibile anche  per le restrizioni Covid-19 in atto. L’Italia racchiude infatti luoghi ricchi di campi di tulipani. Tuttavia prima di ogni visita controllate le disposizioni in vigore nella vostra regione.

Si parte dal Veneto e in particolare da Villa Pisani Bolognesi Scalabrin a Vescovana, in provincia di Padova. Nella pianura a sud di Padova, incastonata tra il mare, i fiumi e i colli Euganei, si trova la villa del doge Pisani che racchiude Giardinity, un’installazione di bulbi olandesi realizzata dalla garden designer Jacqueline van der Kloet. Qui in piena pianura si trovano 60.000 tulipani che ogni primavera  riescono a tingere il giardino di diversi colori. 

Sempre in Veneto si trova uno dei giardini più belli d’Italia: il Parco Sigurtà nel piccolo comune di Valeggio sul Mincio. L’area nasce nel 1400 quando, durante la dominazione veneziana di Valeggio, Gerolamo Nicolò Contarini ha acquistato l’intera proprietà. Vicino alla dimora principale, si trovava un piccolo e geometrico giardino dedicato all’ozio dei nobili e il parco nasce proprio da questa piccola area. I giardini sono stati aperti al pubblico nel 1978, diventando la meta preferita di botanici e scrittori. Il parco, premiato come parco più bello d’Europa nel 2015, ospita  un milione di tulipani.

Verbania ospita invece Villa Taranto, piccolo angolo del Piemonte tra i più belli al mondo. Creato nel 1931 dal capitano Mc Eacharn, l’area si è trasformata in un giardino all’inglese capace di incarnare e ricordare e bellezze della Scozia. Qui, in un’area di circa 160 000 metri quadrati percorsa da ben 7 chilometri di viali, si trovano 1.000 piante non autoctone e circa 20.000 varietà e specie di particolare valore. In occasione della Festa del tulipano, viene allestito un labirinto di tulipani, dove poter ammirare i bulbi appartenenti a 65 varietà differenti.

Nel Castello di Pralormo a Torino si trova uno splendido giardino all’inglese realizzato dall’architetto paesaggista tedesco Xaver Kurten. L’area ospita Messer Tulipano, manifestazione dedicata ai tulipani. Nel periodo primaverile vengono allestiti ambienti in cui il protagonista è proprio il tulipano.

Il Castello di Piea ad Asti, una volta dimora privata, è oggi un’area aperta al pubblico. In occasione del Narciso Incantato,  per oltre un mese i cancelli del parco rimangono aperti per accogliere i cittadini a osservare e ammirare  gli oltre 40.000 fiori fra narcisi, tulipani, fritillarie, giacinti e muscari armeniacum.

Sempre in Piemonte si trova il Castello Reale di Govone che, iscritto nella lista patrimonio dell’umanità dell’Unesco, ora è stato adibito a palazzo comunale. Durante la primavera ogni anno viene organizzata una passeggiata romantica all’interno dei giardini tra tulipani selvatici e fiori autoctoni.

A Merano si trovano i Giardini di Sissi con i loro 300mila fiori tra tulipani, narcisi e giacinti. I Giardini di Castel Trauttmansdorff si estendono per 12 ettari in oltre 80 ambienti botanici nei quali crescono fiori piante provenienti da tutto il mondo. In primavera sbocciano i tulipani, qui se ne trovano oltre 250.000 bulbi.

Alle porte di Milano si trova il primo you pick field realizzato in Italia: Tulipani italiani. Nata da un’idea di Edwin Koeman e Nitsuhe Wolanios, una coppia di olandesi, l’area si trova nel Parco della Groane, accanto al bellissimo borgo Valera e alla settecentesca Villa Ricotti. Il giardino di tulipani, che si estende per 2 ettari,  ospita circa 450 varietà. Qui i visitatori possono raccogliere personalmente i fiori. 

A Roma e Bologna è stato invece aperto Tulipark, un altro giardino u-pick in stile olandese dove raccogliere i tulipani. Ogni anno, lungo 6 ettari di superficie, si estendono 105 varietà di tulipani in fiore per dare il benvenuto alla primavera.

Sempre in Lazio, ma questa volta a Tor San Lorenzo-Ardea si trovano i Giardini della Landriana. Realizzati negli anni Sessanta da Lavinia Taverna e dall’architetto paesaggista inglese Russell Page,  questi giardini si estendono per oltre 10 ettari all’interno della grande tenuta della Landriana. Il giardino, suddiviso in  “stanze”, presenta una determinata caratteristica botanica.

A Palermo si trovano invece I tulipani di Blufi. In mezzo a mandorli e ulivi fiorisce il tulipano precoce o Tulipano di Raddi.

Ps le foto sono state scattate nel 2017 a Tulipani italiani. Le foto relative all’Olanda sono di Flavio Tancioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.